PeaceLink Abruzzo

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

L’Abruzzo e L’Aquila sono saturi: non se ne può più!

Nuovi arresti per corruzione nella "ricostruzione" post-sisma...
8 gennaio 2014 - Alessio Di Florio (PeaceLink Abruzzo, Ass. Antimafie Rita Atria, Ass. Culturale Peppino Impastato)

Ancora una volta le abruzzesi e gli abruzzesi si trovano di fronte ad un amarissimo risveglio: nuove notizie di arresti, ancora nuove accuse di corruzione a esponenti delle Istituzioni. Non se ne può più! Non è possibile proseguire, in una successione che appare quasi infinita, a dover “aggiornare” la lista di reati e accusati. Tutto questo mentre, come ripetutamente denunciano movimenti, comitati, associazioni ed è sotto gli occhi di tutti e tutte, la ricostruzione de L’Aquila rimane ingabbiata in speranze che non riescono a far diventare certezze. Se le accuse di questa mattina verranno confermate nelle sedi opportune, il quadro è sconcertante. Le accuse degli inquirenti accusano ancora una volta chi dovrebbe esercitare la nobile arte della Politica di essersi piegato e subordinato a interessi di pochi a danno della collettività. E’ il filo rosso che unisce tutte le vicende giudiziarie degli ultimi anni. Son sempre riscritture dello stesso scenario: fiumi e fiumi di denaro che intrecciano interessi predatori di alcuni e la gestione di quella che dovrebbe essere la cosa pubblica. Tutto questo mentre le cittadine e i cittadini soffrono le conseguenze delle alluvioni, delle inefficienze dello Stato e degli Enti Pubblici, mentre L’Aquila non vede ancora un futuro. Siamo ormai prossimi al quinto anniversario dal terribile sisma. Ancor di più dopo gli arresti di questa mattina, è sacrosanto tornare a chiedere che si avvii la ricostruzione, che L’Aquila sia interamente ricostruita e restituita alla cittadinanza, che i diritti di chi continua a vivere e a subire la tragedia di quella notte siano definitivamente riconosciuti.

 

 

 

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy