Diritti Animali

RSS logo

Mailing-list Lista Animalisti

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Lista Animalisti

...

    Soldati «giustiziano» cani, scandalo in Norvegia

    Forze di Pace

    La televisione norvegese trasmette un video sui soldati in missione in Kosovo: uccidono cani per divertimento.
    Bufera politica. Il caso sarà discusso in Parlamento la settimana prossima.

    21 febbraio 2004 - Davide Ranzini

    Ecco un "Pacekeeper" norvegese all'opera

    OSLO (Norvegia) - Un colpo, un altro, un altro ancora. Il cane, all'inizio solo azzoppato, si muove freneticamente. Come impazzito dal dolore e dal terrore. Ma il soldato sembra divertirsi. Ride. Si avvicina all'animale e finisce «il lavoro»: preme di nuovo il grilletto. La canna della pistola è l'ultima immagine che il povero cane vede prima di morire «giustiziato» fra l'erba di un campo.
    Siamo in Kosovo, marzo del 2002. Le scene sono quelle di un filmato amatoriale girato da soldati norvegesi in missione di pace: militari che si divertono uccidendo cani per il solo gusto di ucciderli. La colonna sonora del videotape? Brandelli di una canzone hard-rock, il rumore degli spari e i guaiti delle bestie ferite. E, naturalmente, la soddisfazione dei soldati.
    Su tutto questo si arroventa da ieri la discussione dell'opinione pubblica norvegese. Perché il filmato è finito nelle mani dei giornalisti della tivù di Stato che hanno deciso di trasmetterne una sintesi sollevando un polverone politico ancor prima che etico-morale.

    IL FRONTE POLITICO - Il caso scotta così tanto da essere arrivato fino in Parlamento dove il ministro della Difesa Kristin Krohn è stato chiamato a dare delle spiegazioni ufficiali entro la prossima settimana.
    In termini di presenza dei soldati per operazioni di peacekeeping, la Norvegia ha dato il maggior contributo a livello internazionale. «E' un espisodio che prendiamo molto seriamente e sul quale faremo chiarezza fino in fondo» ha spiegato il portavoce del Comando per le operazioni militari in Kosovo, Thom Knustad.

    I VETERANI - Il video è circolato tra i veterani norvegesi del Kosovo via e-mail finché una copia non è arivata al più diffuso quotidiano della nazione, il Verdens Gang. Il giornale ha scritto che presumibilmente il video è stato girato dal battaglione Telemark, l'elite dell'esercito. E il servizio spiega di aver potuto raggiungere anche alcuni protagonisti della vicenda, senza riportarne i nomi. Da uno di loro i giornalisti del Verdens Gang avrebbero anche saputo che durante una delle battute di caccia al cane i soldati avrebbero ferito un anziato kosovaro e che lo avrebbero poi pagato per comprare il suo silenzio.

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy