Diritti Animali

RSS logo

Mailing-list Lista Animalisti

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Lista Animalisti

...

    La ricerca sugli animali

    Le procedure per gli esperimenti medici andrebbero riviste

    Gli scienziati auspicano un programma di ricerca che analizzi i dati già esistenti, per scoprire se effettivamente gli studi sugli animali possano essere applicati agli esseri umani
    8 marzo 2004 - Davide Ranzini


    Gran parte delle ricerche mediche sugli animali allo scopo di trovare potenziali cure per gli esseri umani è inutile perché effettuata in modo errato. Lo sostengono alcuni eminenti medici in un articolo sulla rivista "British Medical Journal", chiedendo un'urgente revisione formale delle attuali procedure di ricerca.
    Ian Roberts della London School of Hygiene and Tropical Medicine e colleghi hanno identificato sei caratteristiche degli esperimenti sugli animali pubblicati nella letteratura scientifica che rivelano gravi mancanze nel contributo che tali ricerche forniscono alla medicina clinica. Fra questi, gravi errori di pianificazione o la conduzione simultanea di trial su animali e trial clinici. Se gli esperimenti sugli animali non forniscono informazioni alla ricerca medica, o se la qualità degli esperimenti è così bassa da rendere inconcludenti i risultati, allora la ricerca è stata condotta senza una reale necessità.
    Gli scienziati auspicano un programma di ricerca che analizzi i dati già esistenti, per scoprire se effettivamente gli studi sugli animali possano essere applicati agli esseri umani. "Chiediamo soltanto - spiega Roberts - che gli stessi standard applicati nelle ricerche sugli esseri umani vengano applicati alle ricerche sugli animali. Non tolleriamo analisi a caso o potenzialmente distorte per la ricerca sugli umani, e dunque perché le dovremmo tollerare per la ricerca sugli animali? I nuovi studi dovrebbero essere eseguiti soltanto dopo un'analisi sistematica delle ricerche già esistenti".

    © 1999 - 2003 Le Scienze S.p.A.

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy