Buone Nuove

RSS logo

Mailing-list Buone Nuove

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Buone Nuove

...

    Africa occidentale

    Firmata la convenzione per mettere al bando le armi leggere

    15 giugno 2006 - Olivier Turquet

    Una convenzione contro la proliferazione delle piccole armi è stata siglata dai capi di stato dei paesi membri della Comunità economica degli stati dell’Africa occidentale (Ecowas-Cedeao). “Le sfide poste dalla proliferazione delle armi piccole e dalle attività di banditi hanno continuato a porre serie minacce alla nostra sub-regione. Dobbiamo prendere una decisione a livello regionale e nazionale per prevenire, combattere e sradicare la produzione, l’importazione e l’esportazione illecita di armi piccole e leggere” aveva detto il presidente nigeriano Olusegun Obasanjo ai 16 capi di stato dell’Ecowas nel corso del vertice tenutosi nella capitale nigeriana che ha portato all’adozione della convenzione. Il nuovo documento sostituisce una moratoria del 1998 che non era riuscita ad arrestare il flusso d’armi leggere nella regione. Viene vietato ogni trasferimento internazionale di armi se non autorizzato dall’Ecowas per rispondere a bisogni di difesa, di sicurezza o di missioni di mantenimento della pace. Sono proibiti rifornimenti di armi agli “attori non statali”, vale a dire ai gruppi armati organizzati che hanno giocato un ruolo predominante nei conflitti civili in Liberia, Sierra Leone e Costa d’Avorio. L’Ecowas potrà sospendere prestiti e aiuti agli Stati membri che violino la convenzione e persino revocarne il diritto di voto all’interno della Comunità. “Le armi piccole sono armi di distruzione di massa nell’Africa occidentale. Siglare e applicare questa convenzione miliare, che è stata pienamente sostenuta dall’Africa occidentale, obbligherà i governi a assumersi la responsabilità per i traffici d’armi oltreconfine che hanno alimentato decenni di conflitti nella subregione” ha commentato Baffour Amoa, presidente della Rete d’azione dell’Africa occidentale sulle piccole armi (Waansa). Secondo un recente rapporto dell’organizzazione non governativa umanitaria britannica Oxfam, circa otto milioni di armi leggere sono in circolazione nell'Africa occidentale.

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy