Buone Nuove

RSS logo

Mailing-list Buone Nuove

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Buone Nuove

...

    Italia

    Beppe Grillo firma la dichiarazione di Europe for Peace

    "può proliferare solo chi fa già proliferato"
    15 ottobre 2007 - Olivier Turquet
    Fonte: Europe for Peace http://www.europeforpeace.eu/news.php?id=750&country=it - 10 ottobre 2007

    Beppe Grillo firma la dichiarazione Europe for Peace
    Beppe Grillo, il comico più famoso d’Italia, impegnato in battaglie civili che coinvolgono centinaia di migliaia di persone, aderisce a Europe for peace e invia questa dichiarazione presa dal suo blog:

    Può proliferare solo chi ha già proliferato.

    Cina, Russia, Francia, India, Pakistan, Gran Bretagna e Stati Uniti dispongono di ordigni nucleari. Ufficialmente. Israele ne dispone. Ufficiosamente.Facciamo un test.

    Ci sono delle dittature tra le nazioni del club delle atomiche?
    E queste dittature potrebbero usare ordigni nucleari per scopi aggressivi?
    Io penso di si, e non credo che chi possiede armi atomiche sia legittimato a decidere chi può averle e chi no. Al massimo può proporre che nessun Paese le abbia. Su questo sarei d’accordo.

    Mi sembra quindi una barzelletta che i cinque Paesi membri permanenti (Cina, Russia, Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti) abbiano deciso di deferire l’Iran al Consiglio di sicurezza ONU per il suo programma nucleare. E che chiedano all’Iran di “ripristinare la sospensione delle attività collegate all’arricchimento dell’uranio”.

    Perché non chiedono invece alla Cina di distruggere tutte le sue atomiche? Alcuni mesi fa il generale cinese Zhu in una intervista concessa a Wall Street Journal, Financial Times e New York Times dichiarò che un conflitto locale per Taiwan potrebbe trasformarsi in una guerra nucleare.

    Ma forse per entrare nel club delle atomiche bisogna avere alcune buone qualità che ancora mancano all’Iran. Come, ad esempio, essere membro permanente dell’Onu, o una superpotenza o, meglio ancora, alleato degli Stati Uniti.

    Ed è giusto così, infatti, in base al Trattato di non proliferazione nucleare, può proliferare solo chi ha già proliferato.

    Beppe Grillo

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy