Buone Nuove

RSS logo

Mailing-list Buone Nuove

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Buone Nuove

...

    Attigliano, Italia

    Si è concluso il primo Simposio Europeo sulla Nonviolenza

    all'interno delle numerose manifestazioni che preparano la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza
    1 maggio 2009 - Olivier Turquet
    Fonte: Pressenza http://www.pressenza.org - 25 aprile 2009

    Si è concluso ad Attigliano (Tr), in Umbria, il Primo Simposio Europeo sulla Nonviolenza, organizzato dai Centri Studi Umanisti di Roma, Madrid, Barcellona, Mosca, Parigi e Paese Basco.

    Dodici relatori provenienti da diverse città europee sono intervenuti il 24 e 25 aprile 2009 trattando il tema della nonviolenza da diversi punti di vista come unica via d'uscita alla crisi globale e alla violenza che è sempre più presente nella società di oggi.

    Già all'apertura del Simposio si è sottolineato l'obiettivo dello stesso con le parole di Fulvio De Vita, vicepresidente del Centro di Studi Umanisti di Roma: quello di creare un interscambio tra accademici che si occupano di diversi temi con l'intento di superare la violenza attuale e di stimolare una sinergia di azione con "la nonviolenza come atteggiamento e metodologia di azione di fronte agli eventi, non come un rimedio provvisorio, ma come l'unica e definitiva via di uscita dalla preistoria umana".

    Il Simposio si è chiuso con l'annuncio della fondazione del Centro Studi Umanisti del Mediterraneo alla presenza dei rappresentanti dei Centri Studi Umanisti di Alessandria d'Egitto, di Barcellona, di Bilbao, di Istanbul, di Gerusalemme e di Madrid che ha come obiettivo di stimolare lo scambio di contributi e di unificare i membri di diversi paesi al fine di studiare i problemi più difficili ed attuali dell'essere umano così come dell'umanesimo come corrente universale della coscienza e dell'azione sociale.

    Tra i temi trattati troviamo il primo giorno una relazione sulla nonviolenza come fondamento dell'evoluzione umana della francese Claudie Baudoin; il fisico Angelo Baracca dell'Università di Firenze ha parlato delle conseguenze dell'attuale approccio utilitaristico della scienza nello studio della natura; la dott.ssa Pilar Escario di Madrid ha esposto i risultati delle proprie ricerche come membro del Consiglio dell'Istituto Internazionale di Ricerca e Formazione delle Nazioni Unite per la Promozione della Donna nell'ambito della violenza sulle donne durante i conflitti bellici. Mentre Aaron Eldeberg ha portato come esempio l'esperimento della società comunitaria nonviolenta in Israele del Kibutz.

    Il secondo giorno ha visto tra gli interventi Mohsen Mouelhi, filologo e giornalista della Comunità Sufi Jerrahi-Halveti in Italia che ha affrontato l'argomento dell'integrazione e dell'intercultura, il prof. Alberto L'Abate allievo di Aldo Capitini (il "Gandhi italiano") che ha affrontato il tema di come passare da una democrazia formale e plutocratica ad una democrazia partecipativa fino ad arrivare al tema dell'istruzione come linfa democratica e all'importanza dell'istruzione universitaria con Alfredo Dib Abdul-Nour, presidente dell'Associazione "Educazione per la Nonviolenza" della Facoltà di Educazione dell'università Complutense di Madrid e con Lorenzo Porta, Presidente del Centro Documentazione sociale per la nonviolenza e i diritti umani.

    Note:

    Maggiori info sul Simposio:

    http://attigliano09.cmehumanistas.org/it

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy