Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • La poca trasparenza del Ministero della Difesa italiano
    E’ insolito che siano i parlamentari a lamentarsi

    La poca trasparenza del Ministero della Difesa italiano

    Si vedrà se sarà necessario un riposizionamento per quanto riguarda il JSF ma non bisogna affrontare la questione con pregiudizi ideologici solo perché è americano. Ma è il Pentagono a rivelare che vi sono problemi.
    18 dicembre 2011 - Rossana De Simone
  • Beirut, una giungla d'asfalto soffocante

    Beirut, una giungla d'asfalto soffocante

    A Beirut, metropoli mediorientale soffocata dall'aggressività del settore edilizio, si lotta per conservare qualità di vita e spazi verdi. Ringrazio Estella per la segnalazione.
    16 marzo 2011 - Dalal Mawad
  • L'umanità del sottosuolo
    Intervista a Kassem Aina, fondatore della prima associazione creata dai rifugiati palestinesi in Libano

    L'umanità del sottosuolo

    Kassem Aina è il fondatore di Beit Aftal Assumoud, la prima associazione creata dai rifugiati palestinesi in Libano, nel 1982, per una sorta di adozione collettiva degli orfani di Sabra e Chatila, dove nel 1982 le milizie maronite uccisero 3500 palestinesi con la complicità dell'esercito israeliano. Oggi l'associazione è attiva in tutti i campi profughi palestinesi in Libano e rappresenta la più ampia rete di assistenza sociale e sanitaria e di sostegno agli studi
    5 agosto 2009 - Francesca Borri
  • Parla Leila Mazboudi, della Tv di Hezbollah

    Per la caporedattrice di Al Manar, a Roma per il convegno Medlink, l'attentato è opera di forze oscure, guidate da Usa e Israele: un colpo all'unità nazionale e all'opposizione
    13 dicembre 2007 - Geraldina Colotti
Incontri: appunti in viaggio per un documentario

Sabra e Chatila : un documentario per non dimenticare

16 maggio 2005 - Marco Pasquini (Autoproduzioni Abbasso il GradoZero marco@izona.it)


Beirut, settembre 2004 - gennaio 2005

Lo scorso settembre ho fatto parte della delegazione italiana a Beirut per
la commemorazione del massacro di Sabra e Chatila.
Sono un documentarista indipendente e quell'esperienza E' divenuta un
progetto a lungo termine; il viaggio la prima fase di un documentario che
ha preso forma in un video-diario dal titolo "Incontri": con le persone
che si sono raccontate, con le famiglie che mi hanno accolto, con chi mi
accompagna nel percorso.

Protagonisti sono dei rifugiati palestinesi in Libano: Youssef, barbiere e
abitante del Gaza Hospital; Abu Jamal, che a Sabra aspetta da 22 anni il
ritorno del figlio; Mohammed, che da Chatila ha denunciato Sharon per
crimini contro l'umanità; Khadijhe, che finita la Guerra dei Campi si E'
trasferita nell'ospedale abbandonato.

Questo lavoro ha per me valore di studio, E' il punto di partenza per un
lungo e articolato progetto di documentazione che ho iniziato nei campi
palestinesi di Sabra e Chatila, più precisamente al Gaza Hospital; la
vendita dei dvd a 15 euro (escluse le spese postali se fuori Roma) E' per
ora la sua unica forma di autofinanziamento.

Il Gaza Hospital era un ospedale della Mezzaluna Rossa Palestinese, uno
dei punti di forza della politica sociale dell'O.L.P. (Organizzazione per
la Liberazione della Palestina).
E' un luogo emblematico che E' stato oggetto e testimone di eventi che
hanno segnato la storia dei rifugiati palestinesi in Libano, una struttura
che E' stata nel tempo danneggiata, depredata e successivamente occupata da
molte famiglie palestinesi che nel periodo tra l'invasione israeliana e la
Guerra dei Campi erano rimaste senza casa.
Circa 2500 persone vivono ora al suo interno, rendendolo di fatto un campo
profughi sviluppato in verticale.

Il progetto vuole mantenere e diffondere la memoria di quel luogo,
raccontandone la storia con un documentario e creando un archivio di
testimonianze orali degli abitanti dell'edificio.

Kinoki mrc

Note:


PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies