Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    "Ladri di bambini a Baghdad". Una nuova inchiesta di RAINEWS24

    A partire da domani 15 settembre, sul canale All-news della RAI, RAINEWS24 (via satellite e in digitale terrestre) e in replica anche su RAITRE, un'altra testimonianza di quelle "nascoste" nella difficile e ingarbugliata storia dell'Iraq.
    14 settembre 2006

    "A due ragazzi iracheni, di soli 10 e 11 anni, sono stati prelevati i reni. Sono casi accertati perché i genitori di questi bambini sono venuti nel nostro centro. Vi sono anche dei casi dei bambini che sono stati salvati perché gli stessi rapitori erano in contatto con un medico privato e hanno curato le ferite dei bambini dopo le operazioni di prelievo degli organi. Ad un bambino sono stati prelevati gli occhi e per far andare in porto un'operazione del genere necessariamente vi è coinvolto uno specialista."
    Alhan Tarik - I.I.W.O. Indipendent Iraqi Woman Organization

    "Ladri di bambini a Baghdad" di Flaviano Masella, la prima della nuova serie di inchieste curate da Maurizio Torrealta per il canale all news della RAI, porta alla luce un'altra crisi umanitaria invisibile: un commercio di bambini che colpisce soprattutto Baghdad, un città già tanto tormentata da lasciare nell'ombra questa piaga. Sono almeno 5 ogni settimana i bambini che spariscono ma questo numero potrebbe essere molto più alto perché le ONG locali irachene non hanno statistiche sull'intero Paese.

    Secondo ricercatori locali i bambini iracheni vengono venduti anche in Europa in particolare in Olanda e in Gran Bretagna attraverso i paesi limitrofi e ci sono organizzazioni internazionali che operano in collaborazione con basisti locali. E' facile procurarsi dei documenti falsi in Iraq in questo momento per far uscire i bambini dal paese. Molte famiglie che non possono avere bambini guardano con interesse all'Iraq e all'Afghanistan perché è un mercato poco costoso. Anche l'Unicef conferma questo vero e proprio commercio di bambini che sarebbe diretto anche verso l'Europa.

    L'inchiesta "Ladri di bambini a Baghdad", di Flaviano Masella a cura di Maurizio Torrealta, andrà in onda venerdì 15 settembre alle ore 6.12 su Rainews24 e in chiaro su RAITRE.

    E in replica: venerdi ore: 13.12, 21.25; sabato ore: 2.12, 7.12, 8.42, 11.12, 17.12, 23.42; domenica ore: 4.12, 8.12, 13.42, 17.42; lunedi ore: 1.12, 5.42, 11.42, 23.12; martedì ore: 2.42, 9.42, 15.42; mercoledi ore: 4.42, 12.12, 20.58; giovedi ore: 1.42, 10.42, 14.12

    Inoltre l'inchiesta è visibile anche in lingua inglese e in arabo sul sito www.rainews24.rai.it <http://www.rainews24.rai.it>

    Iraq. Rainews24 broadcasts a report called "Thieves of children in Baghdad"

    "Two iraqi boys, aged 10 and 11, had their kidneys extirpated and those cases are true because their parents came to our center for help. There are some other stories of children who survived because their kidnappers where in contact with a private doctor who healed the children after the extirpation of the organs. One little boy had his eyes extirpated and to carry out such a surgery, usually there is the need of a specialized doctor..." Alhan Tarik - I.I.W.O. Indipendent Iraqi Woman Organization

    "Thieves of children in Baghdad" filed by Flaviano Masella, is the first report of a new series edited by Maurizio Torrealta created for Rai's all news channel. It brings to light a new humanitarian crisis which has gone unnoticed so far: the trade of children, which involves especially Baghdad, a town with many problems that does not take care of its children. Every week at least 5 children disappear, but the number could be higher since local iraqi NGOs do not have access to statistics about the whole country.

    According to local researchers, Iraqi children are sold also in Europe, namely in the Netherlands and in the United Kingdom. They arrive to these countries through neighbouring countries thanks to international organizations which operate with local groups. In Iraq, it is easy to get fake documents to allow children out of the country. Many families, that are childless, look with interest to Iraq and Afganistan, because those are inexpensive markets. Unicef as well, confirms this trade of children directed towards Europe.

    "Thieves of children in Baghdad" filed by Flaviano Masella and edited by Maurizio Torrealta, will be broadcasted on September 15 at 6.12 on Rainews24 and uncrypted on RAITRE.

    It will be repeated on Friday at 13.12, 21.25; on Saturday at 2.12, 7.12, 8.42, 11.12, 17.12, 23.42; on Sunday at: 4.12, 8.12, 13.42, 17.42; on Monday at: 1.12, 5.42, 11.42, 23.12; on Tuesday at: 2.42, 9.42, 15.42; on Wednesday at: 4.42, 12.12, 20.58; on Thursday at: 1.42, 10.42, 14.12

    The report is also available in English and Arabic on our website www.rainews24.rai.it <http://www.rainews24.rai.it>

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies