Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • È stato tradito? Ovviamente.
    Il Pakistan ha sempre saputo dove si nascondeva Bin Laden

    È stato tradito? Ovviamente.

    Ieri in Pakistan è morta un’entità astratta di mezz’età, un fallimento politico ormai superato dalla storia, dai milioni di arabi che chiedono libertà e democrazia in Medio Oriente. E poi il mondo è impazzito.
    3 maggio 2011 - Robert Fisk
  • L’uccisione di Bin Laden senza processo scardina i principi del diritto

    L’uccisione di Bin Laden senza processo scardina i principi del diritto

    L’uccisione di Osama Bin Laden ci ricorda in maniera inquietante che la retorica occidentale sull’universalità dei diritti umani e dei principi del diritto, è sacrificata con facilità sull’altare dell’interesse.
    5 maggio 2011 - Greg Barns
  • Lettera ecopacifista a Babbo Natale
    Noscorie scrive la sua letterina

    Lettera ecopacifista a Babbo Natale

    "Non affaticarti nell'esaudire i desideri di tanti bambini dell'Africa e dell'Asia , finalmente è stato creato un giocattolo che accontenterà tutti e non ne serviranno tanti, ma uno solo".
    22 dicembre 2007 - NO SCORIE TRISAIA
  • Giustizia a Kabul

    E la Guantanamo afghana? E' italiana

    4 luglio 2007 - Manlio Dinucci - Tommaso Di Francesco
Se non ora, quando?

Bin Sala Bin (Laden)

2 maggio 2011 - Nadia Redoglia

 

Il figlio di Ladino dalle stelle Usa con cui faceva affari, precipitò  nelle stalle e grotte diventando il pericolo pubblico (occidentale) n°1. Da qui impartiva gli ordini terroristici che, periodicamente, comunicava su youtube. Bin Sala Bin (Laden) Memorabile fu l’orologio al polso -effetto barzelletta con lo zulù che l’ha ciulato all’uomo bianco prima di bollirlo nel pentolone- e mitraglia appoggiata alla parete. Lui chi è? L'11 settembre l'orrore. Il 12 tutto il mondo sembrava conoscerlo, perciò temerlo, da sempre. E fu così che passammo questo decennio (zeppo d’altrettanti orrori, rifilatici però sempre meno orridi dell'uomo delle caverne) mentre Guantanamo si riempiva d’umani, così, per distrarci un po'.  E' lui o non è lui? Ci si chiedeva prima e durante. Mo’, a fronte del cadavere celebrato dagli osanna occidentali, è naturale fare uguale. I complottisti epocali  parlano d'effetto babbonatale: da piccoli ci piaceva crederci, abbiamo fin rimosso che l'uomo rosso con la barba finta, assomigliava troppo a papà. Da grandi s’è deciso di crederci solo quando fa  comodo.

Certo è che babbonatale/santaclaus, per il momento, prosegue a godere d'ottima salute e siamo quasi certi che lo rivedremo puntualmente al dì della festa.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies