Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Una folla enorme è per le strade di Karbala

    29 aprile 2003 - Rosarita Catani

    KARBALA, Iraq ­ Una folla enorme è per le strade di Karbala. La protesta si
    è svolta dopo il pellegrinaggio religioso.

    Sono più di un milione, annuncia la televisione. I manifestanti marciano
    portando bandiere e striscioni con la scritta in inglese: "No to America,
    no to Israel, yes to Islam." I dimostranti marciano per le strade della
    città per circa un’ora prima di disperdersi. " Se Saddam Hussein era un
    diavolo così è anche l’America” dice Khudayer Abbas Musawi, 25 anni
    studente d’ingegneria. "L’America è venuta qua non per liberare il popolo
    iracheno ma per il petrolio. Essi ci hanno occupato non liberato. Gli
    americani hanno rimosso Saddam ma ora se ne devono andare”.

    Gli schiiti, che rappresentano il 60% della popolazione irachena su 24
    milioni di persone, hanno richiamato al pellegrinaggio I mussulmani con
    poche notizie e senza invitarli alla violenza.

    Oggi era l’ultimo giorno della celebrazione.

    Abu Eslam al-Saqir, un portavoce del Concilio Supremo per la Rivoluzione
    Islamica in Iraq, il maggior partito d’opposizione, afferma che i
    pellegrini giunti a Garbala superavano i quattro milioni.

    "Noi portiamo un messaggio politico e religioso per ognuno, inclusi gli
    americani”, lo dichiara parlando da Theran: “ Gli iracheni stanno
    esprimendo sulla loro terra quello che amino e quello che vogliono. Il
    popolo ama l’islam. In ogni modo, nessun’amministrazione o islamica o
    America si può impossessare del popolo iracheno”.

    Un’altra figura del concilio Abdel Aziz al ­Hakim dice: “ Prima che
    entrassero le forze d’invasione, noi abbiamo chiaramente dichiarato..che
    noi rifiutiamo l’invasione e l’egemonia”, o un paese dominante dell’altro.

    Un poliziotto afferma che le forze americane hanno arrestato sei uomini
    vicino alla Moschea di Karbala. Gli americani sostengono che cinque di loro
    appartenevano al partito di Saddam “Baath” mentre il 6° era un membro
    d’Al-Qaida.

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies