Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Sospetta epidemia di colera nel sud dell’Iraq

    11 maggio 2003 - Rosarita Catani

    REPORT N. 29
    8 MAGGIO 2003

    Iraq- Basra Le organizzazioni umanitarie dichiarano che c’è un sospetto
    di epidemia di colera nel sud dell’Iraq, dove sono stati registrati
    diciassette casi in due ospedali, inoltre, si ha paura che altre infezioni
    possano uscire fuori.

    Uno specialista dell’organizzazione umanitaria , Coulombier, che aveva
    stimato 10 casi di colera, ha poi dichiarato che il numero è immediatamente
    cresciuto a 17.

    Gli abitanti bevono acqua contaminata, qualchevolta, direttamente dal Shatt
    al-Arab. Il rischio è veramente alto per questa cittadina di un mione e
    mezzo di abitanti.

    Un dottore dela Mezza Luna irachena ha dichiarato che provvederanno a
    mettere del cloro nell’acqua per disinfettarla, affinché, l’epidemia non si
    allarghi.

    TIKRIT, Iraq Gli Stati Uniti iniziano con il loro piano democratico e
    mettono quale governatore della provincia di Salaheddin: Hussein Al- Jarubi.
    Salaheddin comprende anche la cittadina di Tikrit a nord di Bagdad.

    I cittadini, però, non sono contenti della democrazia americana e
    continuano a manifestare il loro malcontento attraverso diverse manifestazioni.
    Parlano i cittadini. “Siamo ancora senza corrente elettrica, quindi, non
    abbiamo notizie di quello che accade nel nostro paese. Loro decidono chi
    vogliono mettere alla guida dell’Iraq. Se questa la chiamate democrazia”.
    Le proteste degli iracheni sono ogni giorno sempre più forti, ma, sembra
    che nessuno ascolti la loro voce.

    Uno dei capi tribù di Takrit, Sheikh Nagi al-Jibari, afferma che è stata
    formata la polizia irachena che circola già per le strade di Takrit.
    “Abbiamo ripristinato l’acqua e questo grazie al solo sforzo degli iracheni”.

    Note:

    Rosarita Catani e' una reporter indipendente che invia i suoi
    resoconti da Amman, Giordania, raccontando da un punto di osservazione
    privilegiato cosa accade in Iraq e in medio oriente. I suoi report -
    pubblicati regolarmente sul sito www.peacelink.it - sono utilizzabili
    liberamente previa citazione della fonte e dell'autrice

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies