Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    IRAQ LA POLITICA U.S.A.

    12 maggio 2003 - Rosarita Catani

    REPORT 34

    11 MAGGIO 2003 IRAQ LA POLITICA U.S.A.

    Mentre accresce la preoccupazione internazionale per il deterioramento
    delle condizioni umanitarie in Iraq, un cittadino iracheno è stato ucciso
    ieri da un soldato americano alle porte di Bagdad.

    Il giornalista Khaled Mahdi che ha assistito all’incidente dichiara che un
    veicolo militare americano ha urtato la macchina nella quale viaggiava
    Khaled Lahhoum (56 anni), spingendolo verso il marciapiede e poi il soldato
    ha aperto il fuoco su di lui senza alcuna ragione, un fotografo d’agenzia
    racconta di aver visto l’uomo morire all’interno della sua macchina.
    Nel frattempo, il comandante delle forze americane in Iraq, Gen. David
    Maccernan, afferma che le forze americane e britanniche sono le uniche
    autorità in questo Paese, dichiarando che l’Iraq è ora sotto un’autorità
    civile e militare che sta proseguendo la sua fase.

    Il Comandante in capo delle forze britanniche ed americane in Iraq, Gen.
    Tommy Francs, spiega che un largo numero di truppe americane in Iraq è
    necessario, visto il caos creatosi, per ripristinare la stabilità nel Paese.
    Intanto, due B 52 americani volano sulla postazione del movimento di
    Mujahedee Khalq, gli ufficiali americani annunciano che le forze americane
    in Iraq devono smantellare qualsiasi movimento che sia in possesso d’armi
    di distruzione di massa.

    Per quanto concerne la questione umanitaria in Iraq, gli americani ed
    esperti internazionali nel campo esprimono il loro sconcerto per i supporti
    “esterni” all’Iraq, dichiarando che queste operazioni devono essere fatte
    sotto il diretto controllo americano.

    Note:

    Rosarita Catani e' una reporter indipendente che invia i suoi
    resoconti da Amman, Giordania, raccontando da un punto di osservazione
    privilegiato cosa accade in Iraq e in medio oriente. I suoi report -
    pubblicati regolarmente sul sito www.peacelink.it - sono utilizzabili
    liberamente previa citazione della fonte e dell'autrice

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies