Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    LE FORZE D'OCCUPAZIONE TORTURANO I PRIGIONIERI DI GUERRA

    19 maggio 2003 - Rosarita catani

    16 maggio 2003- Circa 20 prigionieri di guerra iracheni, compresi dei
    civili, sono stati torturati dalle forze d'occupazione Britanniche e
    Statunitensi nel centro e nel sud dell'Iraq.

    La notizia delle torture e' stata riportata da un portavoce dell'Amnesty
    International e confermata oggi.

    Il portavoce d'Amnesty Said Boumedouha riferisce: "Mercoledi' abbiamo
    intervistato circa 20 prigionieri di guerra che dicono di essere stati
    torturati dagli Anglo-americani ad An-Nasiriyah e nei dintorni di Basra.

    Ai prigionieri era fatto l'elettroshock. Erano presi nel bel mezzo della
    notte e molti ritornavano con I denti rotti.

    Boumedouha riferisce che presentera', sperando che gli iracheni continuino
    a testimoniare, un dossier completo al Governo degli Stati Uniti ed al
    Governo Britannico.

    E' da tenere presente che, meta' delle persone intervistate dal portavoce
    d'Amnesty internazional erano civili, mentre gli altri erano militari.

    E' inutile ricordare le convenzioni di Ginevra su questo punto.

    Gli iracheni, intanto nel centro e nel sud dell'Iraq, continuano ad inviare
    lo stesso messaggio: "Il popolo ha bisogno di sicurezza". "Non vogliamo ne'
    cibo e ne' acqua, dateci sicurezza".

    Ovunque, e' pericoloso perche' le forze d'occupazione fino ad oggi non
    hanno fatto nulla per stabilire l'ordine.

    Note:

    Rosarita Catani e' una reporter indipendente che invia i suoi
    resoconti da Amman, Giordania, raccontando da un punto di osservazione
    privilegiato cosa accade in Iraq e in medio oriente. I suoi report -
    pubblicati regolarmente sul sito www.peacelink.it - sono utilizzabili
    liberamente previa citazione della fonte e dell'autrice

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies