Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Nuovo Appello di Un Ponte Per: Fermiamo il massacro di Falluja

    30 aprile 2004
    Fonte: Ufficio Stampa Un Ponte Per - 30 aprile 2004

    Siamo ormai al ventitreesimo giorno dell'assedio di Falluja, iniziato il 6
    aprile quando le truppe statunitensi hanno circondato la città chiudendo
    con muri di sabbia tutte le vie di accesso e lanciando un attacco militare
    dalla terra e dal cielo.
    Centinaia i civili già morti, comprese donne e bambini; decine di migliaia
    di persone hanno dovuto lasciare la città ed ora si trovano ospitati in
    ricoveri di fortuna a Baghdad e in tutta l'area circostante.
    E' in corso una "punizione collettiva" della popolazione della città, come
    è stata definita da esponenti dello stesso Consiglio di Governo iracheno,
    per aver resistito alla occupazione militare statunitense.

    A Falluja sono state violate tutte le convenzioni internazionali
    A Falluja è stato negata la istituzione di zone di sicurezza e di corridoi
    umanitari per soccorrere i feriti ed inviare aiuti
    A Falluja è stato impedito ai feriti di raggiungere l'ospedale cittadino
    A Falluja cecchini statunitensi hanno sparato sulle ambulanze, su persone
    che entravano ed uscivano dagli ospedali, su persone con le mani alzate o
    che brandivano bandiere bianche.
    A Falluja è stato impedito alla popolazione in fuga di uscire dalla città
    A Falluja sono state utilizzate bombe a grappolo e negli ultimi giorni sono
    stati effettuati più bombardamenti aerei su zone civili.

    Tutto ciò è stato fatto dai "nostri migliori amici", senza che nemmeno una
    protesta si sia levata da parte del nostro governo.
    Chiediamo che il Governo e le forze politiche italiane condannino con forza
    il massacro di Falluja e si attivino per evitare che accada la stessa cosa
    nella città santa di Najaf.
    Chiediamo che il Governo e le forze politiche italiane sostengano la
    richiesta del Consiglio Cittadino della città di Falluja per un intervento
    urgente del Segretario Generale dell'Onu.
    Invitiamo la società civile italiana e il movimento per la pace a
    mobilitarsi con urgenza

    Note:

    Associazione di Volontariato Internazionale - ONG -"Un ponte perŠ
    " Piazza Vittorio Emanuele II, n.132 - 00185 Roma
    Tel. 06-44702906 - Fax 06-44703172
    Mail to: uff-stampa@unponteper.it ; <http://www.unponteper.it/>www.unponteper.it

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies