Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Iraq: Amnesty International condanna la decapitazione di un civile statunitense e chiede il rilascio di tutti gli ostaggi

Amnesty International ha condannato nel modo più assoluto il sequestro e la decapitazione di un civile statunitense, il 26enne Nick Berg, da parte del gruppo armato Muntada al-Ansar. L’organizzazione si è dichiarata ulteriormente sconcertata per la diffusione delle immagini dell’esecuzione.
12 maggio 2004 - Amnesty International

L’uccisione di prigionieri è uno dei più gravi crimini previsti dal diritto internazionale. È un crimine di guerra e, se perpetrato nel contesto di un attacco deliberato e sistematico contro la popolazione civile, costituisce anche un crimine contro l’umanità.

“Questi atti non trovano giustificazione in alcuna circostanza e costituiscono un grave crimine di diritto internazionale” – ha dichiarato Marco Bertotto, presidente della Sezione Italiana di Amnesty International. “I responsabili devono essere processati nel rispetto del diritto internazionale”.

“I gruppi armati” – ha proseguito Bertotto – “devono rilasciare immediatamente e senza alcuna precondizione tutti gli ostaggi e devono cessare di compiere deliberati attacchi, sequestri e uccisioni di civili”.

I leader politici e religiosi in Iraq dovrebbero esercitare la propria influenza per garantire la fine delle catture e uccisioni di ostaggi.

Centinaia di civili, sia iracheni che stranieri, sono stati assassinati da gruppi o individui armati in Iraq.

Amnesty International ritiene che il ciclo della violenza potrà essere interrotto solo se tutte le parti coinvolte mostreranno pieno rispetto per gli standard internazionali sui diritti umani.

Note:

http://library.amnesty.it/it_news.nsf/viewdoc?OpenForm&ParentUNID=A2ABECCA3841BD4AC1256E9200414273?opendocument

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies