Conflitti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    TRE GIORNALISTI ARRESTATI A BAGHDAD

    11 giugno 2003 - Rosarita Catani

    BAGHDAD 11 giugno 2003 – La Federazione Internazionale dei Giornalisti, oggi ha chiesto alle Forse statunitensi in Iraq, di spiegare perché le truppe americane hanno arrestato tre giornalisti a Baghdad che lavoravano per la televisione araba Al-Aalam.

    La televisione Al –Aalam, una delle piu’ popolari fonti di notizie in Iraq sin dall’invasione Americana, dichiara che I tre giornalisti Sami Hassan, Zoheir Mostafa e Ghiran Tofiq, sono stati arrestati ieri di fronte all’edificio del posto di polizia centrale a Baghdad.

    Gli ufficiali statunitensi non commentano e non spiegano le ragioni dell’arresto, il quale è un incremento di come vengono trattati i giornalisti da parte delle truppe americane. La televisione somala, domenica, protesto’ per le molestie da parte dei soldati americani nei confronti del giornalista Ali Mohammed Halane, ed in Aprile, i soldati americani arrestarono un altro giornalista del canale arabo Al-Aalam.

    Abdoul Hadi Zeighami, fu arrestato quando stava facendo un reportage mentre I soldati americani stavano entrando nella citta’ di Kut, a 170 km da Baghdad. Fu rilasciato dopo cinque ore di detenzione, ma il film che aveva realizzato per la televisione fu confiscato.

    “Queste azioni indicano che i giornalisti stanno continuando a subire inaccettabili pressioni”, afferma Aidan. “L’amministrazione militare deve dire chiaramente perche’ ha arrestato i giornalisti. E’ inaccetabile avere arbitrarie ed inspiegabili azioni che sono tentativo d’intimidazione”.

    Note:

    Rosarita Catani e' una reporter indipendente che invia i suoi resoconti da Amman, Giordania, raccontando da un punto d’osservazione privilegiato cosa accade in Iraq e in medio oriente. I suoi report - pubblicati regolarmente sul sito www.peacelink.it - sono utilizzabili liberamente previa citazione della fonte e dell'autrice

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies