Editoriale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    A Torino si discute di informazione e diritti

    Dove Murdoch non e' ancora arrivato: diritto all'informazione, primo passo per la pace e la lotta alla poverta'

    Tra i promotori dell'iniziativa anche l'associazione PeaceLink
    Tiziana Montaldo
    Fonte: Volontari per lo sviluppo - 07 ottobre 2003

    Puo' l'informazione essere uno strumento per favorire la pace, esercitare la democrazia e lottare contro la poverta' e le ingiustizie? A leggere le storie di tanti giornalisti dei Paesi dei Sud del mondo sembra proprio di si'.

    Ci sono radio, come quella in cui lavora Adama Sougouri, burkinabe', la Voix du Paysant (La voce del contadino), che cercano di mediare nei conflitti tra allevatori e contadini, e che sono l'unico contatto con il resto del mondo in paesi rurali dove gli analfabeti sono l'85% della popolazione.

    Oppure ci sono giornalisti come il burundese Gabriel Nikundana che dai microfoni della sua radio Bonesha Fm, denuncia le torture nelle carceri del suo paese e per questo viene incarcerato lui stesso. Perche' queste voci non si spengano, la rivista Volontari per lo Sviluppo, edita dalla Focsiv, federazione di 56 ong italiane, ha avviato il primo progetto mai realizzato prima di cooperazione decentrata a sostegno dell'informazione. Culmine del progetto e' il convengo internazionale "Dove Murdoch non e' ancora arrivato: diritto all'informazione, primo passo per la pace e la lotta alla poverta'" che si tiene a Torino mercoledi' 8 ottobre dalle 9,30 all'aula Magna in via Verdi 8 (ingresso libero).

    Nove i giornalisti africani e latino americani che testimonieranno la loro esperienza, tra cui proprio Adama Sougouri e Gabriel Nikundana. Al pomeriggio 4 workshop sul ruolo della cooperazione decentrata a sostegno dell'informazione, il Summit mondiale sulla societa' dell'informazione, le radio comunitarie, il digital divide.

    L'iniziativa e' focus group della Quinta Assemblea dell'Onu dei Popoli che si svolgera' a Perugia dal 9 al 12 ottobre. Dopo il convegno i giornalisti africani ospiti seguiranno stage e visite di conoscenza in particolare nelle redazioni dei 6 media partner quali: Torinosette, Rivista Missioni Consolata, Corriere di Chieri, Radio Beckwith, Radio Flash e Redattore sociale. In occasione del convegno sara' inaugurata la mostra fotografica omonima con le immagini di Alessandro Tosatto dell'Agenzia Contrasto.

    Informazioni: 011/89.93.823

    Presentazione dei relatori stranieri

    Khadidia Mutwe (Senegal), project manager dell'Africa Women's Media Center, associazione nata nel 1997 a Dakar, in Senegal, dove sono stati promossi almeno 21 programmi e workshop che hanno coinvolto 900 giornaliste. Lo scopo e' quello di raccogliere le voci di tutte le donne africane e diffonderle attraverso i media. Per promuovere il giornalismo femminile, esiste anche un premio Africa Courage in Journalism Awardees che viene consegnato alle reporter che si sono distinte per il coraggio dimostrato nei loro reportage.

    Ababacar Diop (Senegal), giornalista professionista, membro del gruppo di comunicazione multimedia Sud Communication. È anche responsabile del corso di formazione di giornalismo radio dell'Institute Supe'rieur des Sciences de l'Information ed de la Communication (Issic).

    Alexis Kalambry (Mali), direttore del quotidiano Les Echos e responsabile di Jamana, una cooperativa che e' il principale gruppo multimedia del Paese, comprende numerose pubblicazioni (tra cui un quotidiano, una catena di radio, 2 mensili, uno per giovani e uno di approfondimento accademico, e una casa editrice).

    Herve' Yonkeu (Camerun), presidente di Reporters Associe's, un'associazione indipendente di giornalisti camerunesi.

    Gabriel Nikundana (Burundi), giornalista di Radio Bonesha Fm due volte incarcerato per le sue inchieste di cui una riguardante la pratica della tortura nelle carceri burundesi. Un suo articolo sulle violazioni della stampa e' stato pubblicato da Volontari per lo Sviluppo ed e' reperibile on line su www.arpnet.it/volosvi

    Alvaro Duque (Colombia), giornalista del quotidiano El Tiempo, e ricercatore al dipartimento di studi politici dell'Universita' degli Studi di Torino. Collabora inoltre con El Espectador, un settimanale di Bogota' di approfondimento sui temi di attualita' che si occupa anche di critica dei media.

    Oscar Guisoni (Argentina), giornalista del quotidiano Pagina 12 e collaboratore del quotidiano boliviano La Prensa. È un documentarista televisivo indipendente che ha lavorato per numerose televisioni francesi, tedesche e spagnole tra le quali Arte'.

    Germain Bitiou Nama (Burkina Faso), direttore del mensile L'Evenement, nato il 25 maggio 2001 da un gruppo di redattori dell'Indipendent dopo l'uccisione nel 1998 del direttore Norbert Zongo. Il mensile si occupa di analisi politiche ed e' in prima linea in difesa delle liberta'.

    Adama Sougouri (Burkina Faso) lavora per la radio Voix du Paysan nata nel 1996 grazie ad alcuni partenariati stranieri, ed e' stata battezzata "la voce del contadino" perche' arriva nelle zone rurali e piu' depresse del paese, dove l'85% della popolazione e' analfabeta. La radio ha un ruolo fondamentale anche nelle vicende quotidiane e nella mediazione dei conflitti (come quelli tra contadini e allevatori).

    Angela Sanchez (Colombia), giornalista freelance, si occupa soprattutto di ambiente e medicine alternative collabora con numerose riviste colombiane come Arke, Credencial, Numero, Foro Ambiental. Ha pubblicato nel 2002 un libro-reportage sul sistema nazionale ambientale "Las voces del Sina". Vincitrice nel 1992 del Premio per il giornalismo per l'edizione speciale "Dia de la Tierra" pubblicato nel Diario de El Tiempo.

    Per interviste e ulteriori informazioni:
    Tiziana Montaldo tel.011/89.93.823
    e mail montaldo@volontariperlosviluppo.it

    Allegati

    • Programma (210 Kb - Formato pdf)
      Programma del convegno "Dove murdoch non è ancora arrivato: diritto all'informazione, primo passo per la pace e la lotta alla poverta'" Mercoledì 8 ottobre - Aula Magna via Verdi 8 - Torino
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy