Editoriale

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Un'emittente tedesca dedicata solo ai bambini

Kika

Mi auguro che un giorno la rivoluzione culturale che dovrà pur avvenire nel nostro Paese possa riguardare anche i bambini, esseri che hanno pur diritto alla cultura, all'informazione, a non esser rincretiniti da pubblicità oppressive di giocattoli e biscotti, atte a creare bisogni che non esistono
15 settembre 2014 - Antonia Battaglia

Il futuro di un popolo dipende molto da cio' che i genitori, la scuola, la cultura, la società, insegnano ai bambini.  Bambini



Un'emittente tedesca dedicata solo ai bambini, Kika, che trasmette pochi cartoni animati, dedica ogni sera il telegiornale (dei bambini) a temi importanti dell'attualità, della vita sociale, trattando tanti aspetti della vita, anche quelli che i genitori non oserebbero toccare. 

La morte, la povertà, lo tsunami, l'inquinamento, le notizie brutte come quelle belle, la natura, tutto viene spiegato in un modo semplice, delicato, laico, nel pieno rispetto dell'età, senza offendere l'innocenza e senza perturbare ma accendendo la riflessione. 

Stasera si è trattato il tema della Carta dei diritti dei bambini, del perché i bambini non debbano lavorare e quali sono i paesi del mondo dove essi sono costretti a farlo. Poco dopo le inondazioni in Kashmir. Alla fine viene sempre lasciato un messaggio di speranza, di come sia possibile cambiare le cose, dove esse vanno corrette. 

Su questa emittente, sono proibite le pubblicità di ogni tipo, per non creare frustrazione nei bambini e pressione commerciale sui genitori. 

Mi auguro che un giorno la rivoluzione culturale che dovrà pur avvenire nel nostro Paese possa riguardare anche i bambini, esseri che hanno pur diritto alla cultura, all'informazione, a non esser rincretiniti da pubblicità oppressive di giocattoli e biscotti, atte a creare bisogni che non esistono. I bambini devono pensare, riflettere e non solo assorbire passivamente gli inputs della società. 

Esseri pensanti, critici, informati, affrontano la vita con un bagaglio di sicurezza e anche di incanto maggiore perché il messaggio che viene veicolato é che il mondo é un posto bellissimo, con tanti difetti ai quali pero' si potrà ovviare lavorandoci su' una volta diventati grandi!

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy