GDP - Contributi

Video Podcast

Video Podcast

Ultime novita'

Gallerie Fotografiche

Programma politico per le Elezioni comunali 2007 - Partecipazione/Pace/Futuro

Partecipazione/Pace/Futuro

4 aprile 2007 - Matteo Della Torre (Casa per la nonviolenza, associazione di ispirazione gandhiana.)

Partecipazione

La Partecipazione, la Pace e il Futuro sono da sempre fuori dall’agenda politica della classe dirigente di San Ferdinando. La Partecipazione è passata sotto silenzio dalle segreterie dei partiti, attente solo a coltivare la militanza di clan. La Pace trova posto solo nel manifesto di auguri natalizi del sindaco. Il Futuro è una parola che non si pronuncia mai, in sua vece si blatera ossessivamente il termine Sviluppo, nella sua valenza puramente economica e materiale.

Oggi la composizione degli Assessorati del Comune di San Ferdinando di Puglia è la seguente:
1) Servizi alla Persona
2) Cultura e Sport
2) Attività economiche ed insediamenti produttivi
3) Lavori pubblici
5) Ambiente ed ecologia
6) Commercio e polizia municipale
7) Verde pubblico ed arredo urbano

La Casa per la nonviolenza propone di modificare l’assetto degli Assessorati in questi termini:
1) Servizi alla persona e welfare.
2) Cultura, Pubblica Istruzione, Progetti formativi ed educativi, sport.
3) Ecologia ed Ambiente, Verde pubblico, arredo urbano, viabilità e piste ciclabili.
4) Lavori pubblici, Urbanistica ed Edilizia.
5) Agricoltura, attività fieristiche.
6) Bilancio, Finanze, Attività economiche ed insediamenti produttivi.
7) Politiche del Lavoro, Informagiovani, Integrazione sociale e servizi demografici.
a) Consigliere comunale con delega:
Politiche per la Pace, Partecipazione, Relazioni internazionali, Comunicazione, Innovazione tecnologica e Politiche giovanili.

Questa innovazione, in primo luogo, sana l’anomalia di un Assessorato clone (l’Assessorato “Verde pubblico ed arredo urbano”), accorpandolo all’Assessorato “Ecologia ed Ambiente”. Ciò crea lo spazio per inserire un nuovo Assessorato chiave: Politiche del Lavoro, Informagiovani, Integrazione sociale e servizi demografici.
Si può notare che l’innovazione più importante è rappresentata dall’introduzione del Consigliere con delega alle Politiche per la Pace, Partecipazione, Relazioni internazionali, Comunicazione, Innovazione tecnologica e Politiche giovanili.
E’ un piccolo passo per prevedere in futuro anche a San Ferdinando di Puglia - sull’esempio del comune di Firenze, che ha un Assessorato alla “Pace, stili di vita e consumo critico” - un Assessorato che prenda i tre settori cenerentola della politica nostrana e li metta al centro della sua azione.

Ricercare la massima partecipazione possibile dei cittadini

Una democrazia realmente partecipata è il primo segno concreto di una politica che si rinnova. Oggi la politica partitica ricerca esclusivamente la militanza faziosa, si dibatte per la conquista del potere e naviga ben lontana dai reali bisogni dei cittadini, ridotti al ruolo di clienti e sudditi. I partiti politici sono organizzazioni private. Riscopriamo il pubblico.
Due esempi di Partecipazione democratica “dal basso”:
- Il Comune di Porto Alegre (Brasile) può ispirarci per creare i presupposti affinché la popolazione torni a contare di più, a sentirsi corresponsabile delle cose da fare insieme in una serie di "assemblee decentrate, discutenti e deliberanti" (Aldo Capitini). A Porto Alegre questa esperienza si è concretizzata in un piano organizzativo di assemblee di quartiere e di assemblee tematiche, aperte e libere, sui temi del lavoro, ambiente, cultura, assistenza sociale, urbanizzazione, emarginazione e volontariato, per discutere dei problemi e stabilire le priorità, dove, per che cosa e come spendere i soldi pubblici, ecc. Non è vero che alle assemblee di base parteciperebbero in pochi. L'esempio di Porto Alegre dimostra il contrario.
- L’esempio di un comune italiano che si è distinto per una coerente politica di partecipazione è Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno. Qui l’amministrazione comunale, presieduta dal sindaco Massimo Rossi, ha posto al centro i bisogni della popolazione in una prospettiva di sviluppo sostenibile. La risposta della gente è andata oltre le migliori aspettative. Con questo metodo di democrazia avanzata è stato possibile prevenire l’inquinamento, realizzare progetti di cooperazione internazionale nel Sud del Mondo, modificare il Piano regolatore riconvertendo ad uso agricolo le superfici edificabili.
Queste scelte amministrative sono state premiate nelle elezioni degli anni successivi con un successo schiacciante.

Nella città i primi politici sono i cittadini. La loro azione o inazione, il loro protagonismo sociale o le chiusure privatistiche sono più decisivi dei migliori progetti realizzati dai politici d’etichetta. Un popolo che ritrova interesse per la partecipazione è una comunità che rivive. Sono soprattutto i cittadini che devono agire insieme per realizzare lo scopo della politica: una vita migliore per la collettività.

Pace e partecipazione in Consiglio Comunale

Il nuovo consigliere con delega può portare in Consiglio comunale ordini del giorno sui temi della Pace, della Partecipazione e del Futuro per attuare politiche di interconnessione consapevole della nostra città con i problemi drammaticamente attuali nel resto del mondo.

Un paese accogliente per gli stranieri

Un paese accogliente per gli immigrati e disponibile a riconoscere l’importanza e la ricchezza della diversità ha l’occasione di dimostrarlo nel concreto realizzando le seguenti iniziative:

Corsi di italiano per stranieri

Sportello “Informastranieri”

Istituzione del Consiglio comunale degli stranieri

I comuni di Firenze e di Colorno hanno istituito il Consiglio comunale degli stranieri, un organismo responsabile della comunicazione con l’istituzione municipale e composto da immigrati in rappresentanza delle diverse nazionalità presenti sul territorio. Il consiglio degli stranieri ha compiti consultivi per il Consiglio comunale e la Giunta. Il suo compito è di far conoscere alle istituzioni le necessità e le opinioni degli stranieri. Il Presidente del consiglio degli stranieri partecipa con diritto di parola, ma senza diritto di voto al Consiglio comunale.

Bilancio del Comune pubblicato sul suo sito internet

La prima fase del progetto Bilancio partecipato è costituito dalla sua pubblicazione sul sito internet del Comune. Così ogni cittadino che lo desideri può scaricarlo sul suo computer in versione PDF ed analizzarlo nel dettaglio.

Per una città solidale con gli ultimi

Fondo cittadino per la lotta alla povertà

A livello locale si potrebbe interrompere la spirale negativa dell'avarizia senza limiti dei governi. Restituire l'1% del bilancio comunale ai poveri per la lotta alla miseria è un provvedimento doveroso di giustizia che non necessita di ulteriori commenti. Serve solo agire.

Promozione dei Bilanci di Giustizia

Distribuzione alle famiglie di un opuscolo (redatto gratuitamente dalla Casa per la nonviolenza) che illustri le possibilità offerte dall'iniziativa Bilanci di Giustizia, promossa dall'Associazione Beati i Costruttori di Pace. Con i Bilanci di Giustizia le famiglie, tenendo ogni mese un accurato bilancio delle spese, si impegnano a riconsiderare la struttura dei propri consumi e decidere quali di essi sono compatibili con i valori che si ritengono fondamentali, con un modello economico più giusto e rispettoso dell'uomo e dell'ambiente. Le famiglie sanferdinandesi si assumerebbero la responsabilità di cambiare un meccanismo economico non più tollerabile, rivedendo lo stile di vita familiare ed eliminando di volta in volta i consumi superflui. In appendice, lo schema mensile dei Bilanci di Giustizia.

Gemellaggi e scambi culturali tra le scuole di San Ferdinando e le scuole di paesi del Terzo Mondo

Al fine di diffondere nel nostro paese informazioni riguardanti la situazione, la cultura e la vita del Sud del mondo ed evidenziare i legami reciproci esistenti tra la condizione privilegiata dell'Occidente e quella dei paesi poveri, sarebbe bello ed utile realizzare dei gemellaggi tra le scuole di San Ferdinando e le scuole del Terzo Mondo. I gemellaggi consistono in attività di scambio (disegni, lettere, foto, ecc.) orientate alla conoscenza reciproca. Questo sistema si rivela efficacissimo dal punto di vista educativo, a motivo dell'alto grado di comprensione diretta di una realtà socio-economica del Sud del mondo, che solo rapporti non mediati possono garantire.

Per informazioni: ASSEFA - Amici Sarva Seva Farms fattorie al servizio di tutti. Associazione di cooperazione internazionale d'ispirazione gandhiana - via Roma, 10 - 18038 SANREMO (Imperia) tel. 0184/501459).

Adesione all’Associazione Comuni Virtuosi

Il nuovo Consiglio comunale di San Ferdinando approvi qualche provvedimanto politico virtuoso e poi aderisca all’Associazione “Comuni virtuosi”. Si allega lo Statuto dell’Associazione “Comuni virtuosi” ed il modulo di iscrizione.

Riempire di informazioni utili il sito del Comune

Il sito internet del Comune è un contenitore vuoto, inutile. Occorre creare un sito diverso, caratterizzato da una elevata usabilità e ricco di informazioni utili, complete ed attraenti:
- Dati completi dei componenti della Giunta e del consiglio. Indirizzi e-mail di tutti gli assessori con i loro orari di ricevimento. E’ incredibile che nel 2007 nel sito del nostro Comune non ci siano gli indirizzi e-mail degli assessori, i giorni e gli orari di ricevimento al pubblico.
- Servizio modulistica scaricabile in formato PDF.
- Bilancio del Comune in PDF. Mettere in condizione il cittadino di conoscere come vengono spesi i soldi pubblici offrendo la possibilità di accedere facilmente al Bilancio del comune.
- Inserire nel sito il Portale delle Associazioni di volontariato cittadine, con i dati completi, i link degli eventuali siti internet e gli indirizzi e-mail.
- Inserire nel sito del Comune il Portale delle attività economiche e del turismo.
- Inserire la Mappa del comune in PDF. Quella presente nel sito attuale del Comune è illeggibile.
- Inserire le Statistiche del Comune.

Matteo Della Torre
sarvodaya@libero.it

www.uomoplanetario.org

Note:

- Per una città fuori dal "comune" - Introduzione: http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_21111.html
- Piano comunale per il risparmio energetico: http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_21121.html
- Piano comunale per la riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata:
http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_21122.html
- Acquisti verdi della Pubblica amministrazione: http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_21123.html
- Piano comunale per promuovere la mobilità dolce: http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_21124.html
- Una nuova educazione permanente: http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_21139.html
- Economia/Bilancio: http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_21175.html
- Pace/Partecipazione/Futuro: http://italy.peacelink.org/pace/articles/art_21177.html

Note sull'autore: http://db.peacelink.org/tools/author.php?l=sarvodaya
Note sulla Casa per la nonviolenza: http://db.peacelink.org/associaz/scheda.php?id=1155
www.uomoplanetario.org

Allegati

  • Partecipazione/Pace/Futuro (1726 Kb - Formato pdf)
    Partecipazione/Pace/Futuro - Programma politico per le Elezioni comunali 2007.
    PDF logoIl documento è in formato PDF, un formato universale: può essere letto da ogni computer con il lettore gratuito "Acrobat Reader". Per salvare il documento cliccare sul link del titolo con il tasto destro del mouse e selezionare il comando "Salva oggetto con nome" (PC), oppure cliccare tenendo premuto Ctrl + tasto Mela e scegliere "Salva collegamento come" (Mac).
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies