Latina

RSS logo

Mailing-list Latina

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Latina

...

Articoli correlati

  • Amnesty denuncia la detenzione preventiva in Turchia
    Punizione in attesa di giudizio

    Amnesty denuncia la detenzione preventiva in Turchia

    Il caso di Ragip Zarakolu, editore e attivista per i diritti umani e di Büşra Ersanlı, accusati di terrorismo e arrestati con capi d'imputazione vaghi e privi di certezza legale.
    15 novembre 2011 - Amnesty International USA blog
  • Il rapporto di 77 pagine è chiarissimo fin dal titolo “Callate si no quieres que te matemos” (Stai zitto se non vuoi che ti ammazziamo)

    Repubblica Dominicana: Amnesty International denuncia gravi violazioni dei diritti umani da parte della polizia

    La Polizia Nazionale della Repubblica Dominicana commette gravi violazioni dei diritti umani: torture, esecuzioni extragiudiziali e in almeno due casi e' responsabile di sparizione forzata di persone
    12 novembre 2011 - Annalisa Melandri
  • Emergency e il Progetto "Per Non Dimenticare" per la Pace. Sempre in prima linea per i diritti degli ultimi.

    EMERGENCY a Meda (Monza e Brianza)

    Il Progetto "Per Non Dimenticare" e il Liceo Curie di Meda ospitano Emergency per l'impegno umanitario in favore della pace. Dal 1994 a oggi l'attività di Emergency è costantemente aumentata in Italia e nei paesi afflitti dalla guerra e dalla povertà.
    24 ottobre 2011 - Laura Tussi
  • Un passo storico per la giustizia in Messico
    Comunicazione pubblica di Amnesty International

    Un passo storico per la giustizia in Messico

    27 luglio 2011 - Amnesty International
Prestigiosi ospiti e attivisti per i diritti umani si confronteranno a Palazzo Ducale

Dal 22 al 25 Aprile il Forum della Solidarietà Lucchese nel mondo

Parteciperanno Adolfo Perez Esquivel e Arturo Paoli

6 aprile 2005 - David Lifodi

Dal 22 al 25 Aprile Lucca si trasformerà in un cantiere aperto della solidarietà grazie a prestigiosi ospiti provenienti dal sud del mondo che coinvolgeranno l'intera città in una riflessione attiva sulla cooperazione internazionale e sulla situazione dei diritti umani nel mondo.
Il centro dell'iniziativa, denominata "L'altro visto con i suoi occhi: incontri tra dignità", sarà Palazzo Ducale, sede della Provincia di Lucca, che ormai da anni è impegnata nel costruire rapporti di solidarietà con i paesi del sud del mondo, basti pensare alla pubblicazione nel 2000 del libro "Chiapas perché?" (in collaborazione con Mani Tese) e al ruolo svolto dalla Scuola della Pace e dal suo coordinatore Aldo Zanchetta.
Se il programma del 2° Forum della Solidarietà Lucchese nel mondo ha visto quindi la Provincia e il suo presidente Tagliasacchi coinvolti in prima persona, un ruolo significativo lo hanno svolto le associazioni di solidarietà con i paesi del sud del mondo presenti sul territorio lucchese e versiliese (tra le altre Mani Tese, Amnesty International, Associazione Ghibli, Emergency, Equinozio, Associazione di solidarietà con il Kurdistan, Rete Radiè Resch, Fondazione Internazionale Lelio Basso, Fondazione Neno Zanchetta), numerose scuole e alcuni comuni della provincia.
Il programma del Forum ha il merito di far confrontare decine di attivisti della lotta per i diritti umani, e lo sguardo più rilevante sarà dato all'America Latina. L'evento sarà infatti arricchito da due dei personaggi maggiormente impegnati nella ricerca di una globalizzazione dei diritti che non sia escludente nei confronti dei paesi del sud del mondo: Adolfo Perez Esquivel e Fratel Arturo Paoli. Entrambi non hanno bisogno di presentazioni: il primo è stato premio Nobel per la Pace e si è distinto ultimamente per la sua lotta a fianco dei Mapuche nel rivendicare la loro terra su cui ha messo occhi e interessi il gruppo Benetton, mentre il secondo ha passato una vita a Foz do Iguacu in Brasile come Piccolo Fratello del Vangelo.
Inoltre si parlerà del futuro del movimento indigeno in America Latina con Aldo Gonzalezs Rojas (rappresentante del Consiglio Indigeno della Sierra Juarez – Oaxaca), mentre il vescovo brasiliano Luciano Mendes affronterà il tema della solidarietà vista dal sud del mondo.
Se l'America latina occuperà quindi una parte rilevante del Forum, non mancherà una discussione sul futuro della cooperazione italiana, le cui politiche umanitarie finiscono talvolta per rinchiudersi in una prospettiva esclusivamente compassionevole e filantropica e quindi non adatta alle esigenze dei paesi meno sviluppati. A questa domanda, sempre più divenuta di stretta attualità in seguito alle ultime emergenze umanitarie, cercherà di rispondere il Presidente di Lunaria Giulio Marcon in un dibattito sulle responsabilità e sulle ambiguità degli aiuti umanitari.
Si tratta, conclude Aldo Zanchetta, di "un'occasione per la crescita individuale e collettiva in una lettura del mondo attuale più adulta e dignitosa".

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy