Latina

RSS logo

Mailing-list Latina

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Latina

...

Articoli correlati

Nicaragua - Firmato accordo sul Salario Minimo

Aumento del 18% a tutte le categorie
22 maggio 2007 - Giorgio Trucchi

La Ministra del lavoro, Jeanette Chávez, con i rappresentanti sindacali

Dopo lunghi mesi di negoziazioni è stato raggiunto l'accordo sull'aumento al Salario Minimo per tutte le categorie (nove) previste dall'apposita legge. Per la prima volta negli ultimi 16 anni, il Consejo Superior de la Empresa Privada (COSEP) ha abbandonato il tavolo delle trattative e si è rifiutato di firmare l'accordo che concede un aumento del 18 per cento a tutti i lavoratori (la proposta degli imprenditori era del 10,4%). Nonostante ciò, la Legge del Salario Minimo prevede che sia sufficiente la firma di due delle tre parti che partecipano alle negoziazioni (Governo, COSEP e sindacati), per far sì che l'accordo abbia valore e debba essere rispettato. L'accordo è stato quindi firmato dal governo e dalla maggior parte dei sindacati (anche quelli tradizionalmente schierati con i governi neoliberisti del passato), con la mediazione della Ministra del Lavoro, Jeanette Chávez (vedi foto).
Secondo il Segretario generale del Frente Nacional de los Trabajadores (FNT), Gustavo Porras, "siamo soddisfatti del risultato ottenuto e lo consideriamo un successo per i lavoratori. È importante ribadire che non si tratta solo dell'aumento al salario, ma anche di altri punti molto importanti, come ad esempio il fatto di stabilire che nei luoghi di lavoro in cui si paga a cottimo (come ad esempio la maquila), l'aumento del salario non potrà essere "compensato" dall'impresa con la variazione delle norme di produzione o rendimento, cosa che accadeva sempre nel passato".
Altri punti importanti riguardano la formazione di una commissione tripartita per analizzare e riformare il Paniere.
In questo caso è bene ricordare che l'attuale Paniere contiene 53 voci e le quantità previste per ogni voce sono state determinate nel 1988, durante la guerra e l'esistenza di un'economia di sussistenza. La commissione ad hoc avrà il compito di modificare la struttura e le quantità previste dal Paniere, per equipararle alla realtà attuale.
Si lavorerà anche per introdurre una modifica alla negoziazione del salario minimo, affinché gli aumenti non vengano più calcolati come percentuale aggiuntiva ai salari esistenti (come avvenuto fino ad ora), ma come percentuale sul valore del Paniere, una volta modificato e attualizzato.
L'aumento del 18 per cento si ripercuoterà anche sulle pensioni minime, il cui valore dovrà essere equiparato a quello del settore industriale (1.431 córdobas - 79 dollari). La prossima riunione della Commissione Nazionale del Salario Minimo è stata convocata per il prossimo 15 novembre per analizzare i nuovi aumenti.
Nonostante non sia stata accolta la richiesta di aumento formulata dai sindacati del 25 per cento, gli attuali salari base andranno da un minimo di 1.026 córdobas (57 dollari più il vitto) del settore agrario a un massimo di 2.382 (132 dollari) del settore costruzione.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy