Latina

RSS logo

Mailing-list Latina

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Latina

...

Articoli correlati

Colombia: la Fensuagro-cut denuncia la montatura a carico del suo presidente e di altri dirigenti contadini e manda un appello per la loro liberazione

27 febbraio 2004 - Fensuago- cut
DETENUTI ILLEGALMENTE I DIRIGENTI CONTADINI, SINDACALI E DIFENSORI DEI DIRITTI UMANI LUZ PERLY CORDOBA MOSQUERA -SEGRETARIA GENERALE DI FENSUAGRO-CUT, PRESIDENTESSA DELL'ASSOCIAZIONE CONTADINA D'ARAUCA (ACA) E RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO DIRITTI UMANI DELLA FEDERAZIONE- E JUAN DE JESUS GUTIERRES ARDILA, TESORIERE DI ACA. SI E' VENUTI A SAPERE INOLTRE DI UN MANDATO DI CATTURA CONTRO TUTTA LA GIUNTA DIRETTIVA DELL'ASSOCIAZIONE CONTADINA D'ARAUCA. LA FEDERAZIONE NAZIONALE SINDACALE UNITARIA AGRARIA, FENSUAGRO-CUT, E IL DIPARTIMENTO DIRITTI UMANI DELLA FEDERAZIONE DENUNCIANO-INFORMANO-ALLERTANO IL GOVERNO NAZIONALE LA COMUNITA' NAZIONALE ED INTERNAZIONALE GLI ORGANISMI E LE ORGANIZZAZIONI DI DIRITTI UMANI 1. Che nello sviluppo della sua politica di "sicurezza democratica", portata avanti dal presidente della repubblica Álvaro URIBE VELEZ con la complicità degli organismi di sicurezza dello Stato, e l'accondiscendenza della Procura Generale della Nazione, continuano ad implementarsi contro contadini, dirigenti agrari, sindacali e cittadini colombiani procedimenti illegali ed arbitrari nel quadro della sua strategia di terra bruciata, riflessi dalle catture illegali e dalle montature politico-giuridiche contro le organizzazioni popolari ed i loro dirigenti, basate su presunti disertori dell'insorgenza e sui cosiddetti "reinseriti". 2. Che a causa di quest'aberrante situazione, nel corso della recente Giunta Nazionale della Federazione tenutasi a Bogotá i giorni 5, 6 e 7 febbraio del 2004, le persone e le organizzazioni regionali partecipanti al suddetto evento hanno denunciato che lo Stato colombiano, capeggiato dal presidente URIBE VELEZ con la complicità degli organismi di sicurezza statali e della Procura Generale della Nazione, sta sviluppando una persecuzione sistematica di carattere giuridico-politico al fine di processare ed imprigionare la dirigenza contadina e sindacale a livello regionale, dipartimentale e nazionale. 3. Che come conseguenza di questa politica di guerra contro il popolo e le sue organizzazioni sociali nell'ambito della criminalizzazione della protesta sociale, il giorno 18 febbraio del 2004 sono stati arrestati illegalmente i dirigenti contadini, sindacali e difensori di diritti umani Luz Perly Córdoba Mosquera, Segretaria Generale di FENSUAGRO-CUT, presidentessa dell'Associazione Contadina d'Arauca e responsabile del dipartimento diritti umani della nostra Federazione, ed il compagno Juan de Jesús Gutierres Ardila, tesoriere di ACA. Si è venuti a sapere inoltre di un mandato di cattura contro tutta la giunta direttiva dell'Associazione Contadina d'Arauca. 4. Che nel quadro dei suddetti avvenimenti sono state perquisite le case dei compagni a Bogotá e ad Arauca, così come la casa della segretaria della sede di ACA ad Arauquita e la sede dell'Associazione in questa città. 5. Che tutti i compagni sono membri di un'organizzazione contadina legale che sviluppa la propria attività nel dipartimento di Arauca a favore dei contadini della regione, e che a causa dell'intolleranza dello Stato colombiano e dei suoi dirigenti si sta ordendo quest'inaccettabile montatura giuridico-politica per screditare l'organizzazione sindacale ed i suoi dirigenti, accusandoli di ribellione. 6. Che tale persecuzione è aumentata conseguentemente al disastroso viaggio fatto dal presidente Uribe in Europa, dove è stato duramente criticato precisamente a causa delle aberranti e crescenti violazioni ai diritti umani ed al Diritto Internazionale Umanitario in Colombia; ora, come rappresaglia della sua fallita politica di "sicurezza democratica", ha ordinato l'arresto, la persecuzione, l'imputazione ed ogni tipo di montature e pratiche inconsistenti, al fine di placare la propria ira con la sofferenza del paese. 7. Che la Federazione ed il suo Dipartimento Diritti Umani condannano e denunciano la persecuzione in corso da parte dello Stato colombiano, con il presidente Uribe Vélez in testa con la complicità degli organismi di sicurezza statali e della Procura Generale della Nazione contro Luz Perly Córdoba Mosquera e Juan de Jesús Gutierres Ardila. Tali fatti costituiscono una chiara violazione delle garanzie legali di questi compatrioti, che si traduce nella violazione della presunzione d'innocenza, del dovuto processo, dell'investigazione imparziale e del diritto alla difesa, contenuti nelle norme del diritto penale nazionale e nei trattati internazionali sottoscritti dalla Colombia, e rappresenta una violazione delle norme di associazione e dei diritti sindacali universalmente riconosciuti. Di fronte alla gravità dei suddetti fatti: 1. Chiamiamo tutta la comunità nazionale ed internazionale ad esprimere solidarietà nei confronti di Luz Perly Córdoba Mosquera e Juan de Jesús Gutierres Ardila, e a pronunciarsi contro la persecuzione generalizzata delle organizzazioni sociali in Colombia, in particolar modo di FENSUAGRO-CUT e dell'Associazione Contadina di Arauca, ACA, persecuzione che fa capire il perché dell'esistenza di un mandato di cattura contro tutta la Giunta Direttiva dell'Associazione. 2. Vi invitiamo a diffondere questa denuncia mediante tutti i mezzi possibili, ad inviare forti messaggi di protesta al Governo nazionale, alla Procura Generale della Nazione, al Difensore del Popolo, all'Alto Commissario delle Nazioni Unite ed al Comitato Internazionale della Croce Rossa, tra gli altri. 3. Nel caso delle detenzioni arbitrarie dei compagni Luz Perly Córdoba Mosquera e Juan de Jesús Gutierres Ardila, sollecitiamo l'intervento della Procura e del Difensore del Popolo, affinché esercitino una vigilanza speciale nei processi e si metta fine alla catena di oltraggi giudiziari verso i detenuti ingiustamente. Esigiamo la libertà immediata dei compagni Luz Perly Córdoba Mosquera e Juan de Jesús Gutierres Ardila, così come di tutti gli altri compagni delle organizzazioni sociali arrestati ingiustamente, dato che non esistono, nonostante le grossolane montature giudiziarie, elementi per continuare a privarli in maniera arbitraria della loro libertà. 4. E' dello Stato colombiano, del Governo nazionale capeggiato dal presidente Álvaro Uribe Vélez, degli organismi di sicurezza, del DAS, delle Forze Militari e della Procura Generale della Nazione, la responsabilità -per azione od omissione- dei fatti aberranti che potrebbero ulteriormente verificarsi ai danni dei nostri compagni Luz Perly Córdoba Mosquera e Juan de Jesús Gutierres Ardila, così come degli altri membri dell'Associazione Contadina d'Arauca, contro le loro vite, integrità, libertà e sicurezza quali cittadini colombiani, protetti inoltre da misure cautelari internazionali. SOLLECITIAMO LA COMUNITÀ NAZIONALE ED INTERNAZIONALE, l'Organizzazione delle Nazioni Unite, Amnesty International, la Commissione Interamericana dei Diritti Umani (CIDH), l'Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) e le altre organizzazioni nazionali ed internazionali patrocinatrici dei Diritti Umani, ad esprimere solidarietà in maniera effettiva ed urgente in relazione al caso dei compagni Luz Perly Córdoba Mosquera e Juan de Jesús Gutierres Ardila, e dell'Associazione Contadina d'Arauca e dei suoi dirigenti, mediante l'invio di opportuni comunicati di condanna diretti a: ALVARO URIBE VELEZ Presidente de la Republica Carrera 8 No 7-26 Palacio de Nariño Bogotá-Colombia. Teléfono. + 57.1.5629300 Ext.3550 (571) 2843300 Fax (571) 286 74 34 - 2866842- 2842186 Mailto: auribe@presidencia.gov.co SABAS PRETEL DE LA VEGA Ministro del interior y de justicia Carrera 8 No 8-09 Bogotá D.C. Fax: 0057-1-2868025 Mailto: mininterior@myrealbox.com Mailto: ministro@minjusticia.gov.co Ministro de defensa Avenida el Dorado con carrera 52 CAN, Bogotá D.C. Telex: 4241 INPRE CO; 44561 CFAC CO TEL Fax: + 57.1.222.1874 E-mail secretaria general: infprotocolo@mindefensa.go.co EDGARDO JOSE MAYA VILLAZÓN Procuraduría General de la Nación Carrera 5 No 15-80 Bogotá TEL fax: + 57.1.342.9723, + 57.1.281.7531 E-mail: reygon@procuraduria,gov.co LUIS CAMILO OSOSRIO Fiscal general de la nación Diagonal 22 B No 52-01 Bogotá D.C. Malito: contacto@fiscalia.gov.co Malito: denuncie@fiscalia.gov.co LUIS CARLOS RESTREPO Alto comisionado para la paz. Fax: + 57.1.560 99 46 OFICINA DEL ALTO COMISIONADO DE LAS NACIONES UNIDAS PARA COLOMBIA Director: Michel frúhling Calle 114 No 9-45 Torre B Oficina 1101, Teleport Business Parrk Bogotá Colombia. Teléfono: + 57.1.6293636 Fax: 6293637 E-mail: oacnudh@hchr.org.co Sitio Web: www.hchr.org.co Apartado Aéreo: 350447 Infine, chiediamo alla comunità nazionale ed internazionale, alle organizzazioni sociali e popolari ed alle personalità sostenitrici dei diritti umani di accompagnare molto da vicino la situazione giudiziaria e di sicurezza dei nostri compagni Luz Perly Córdoba Mosquera e Juan de Jesús Gutierres Ardila, così come degli altri membri dell'Associazione Contadina di Arauca. Per maggiori informazioni dirigersi a: fensuagro_derechosh@yahoo.com Attentamente FEDERAZIONE NAZIONALE SINDACALE UNITARIA AGRARIA, FENSUAGRO-CUT DIPARTIMENTO DI DIRITTI UMANI Bogotá, febbraio 2004
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy