Latina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Il popolo di Misiones non vuole più dighe!

    Il popolo di Misiones non vuole più dighe!

    Argentina – Misiones organizza una consulta popolare contro la costruzione di nuove dighe.
    Continua la mobilizzazine contro i progetti idroelettrici nel nord dell’Argentina.
    22 ottobre 2014
  • Oltre i mondiali di calcio. Brasile: tempo di vittoria e di sconfitta
    Le segherie che stanno tagliando gli alberi dell'Amazzonia

    Oltre i mondiali di calcio. Brasile: tempo di vittoria e di sconfitta

    Buriticupu è una di queste cittá-ponte tra la foresta e la commercializzazione del legname. I saccheggiatori devono vedersela con le comunitá indigene che vivono della foresta. Ma chi denuncia questo traffico clandestino corre rischio di vita. Amici nostri hanno dovuto fuggire da questa regione perché si sono esposti troppo individualmente. Chissá se un giorno l’attenzione internazionale seguirá con altrettanto agonismo queste sfide… e qualcuno in piú verrá a rafforzare la nostra squadra missionaria: c’è in gioco la vita del Pianeta!
    7 luglio 2014 - Dario Bossi
  • La logica infernale del capitale
    La guerra tra fame e lavoro che porta morte continua, ma non serve a fermare

    La logica infernale del capitale

    Abbiamo qualche speranza nella politica dei governi del Sud America ma anche lì sembra che la disperazione faccia tornare a lavorare in miniere sempre più profonde per cercare l'oro ..... a qualunque costo sociale, ambientale e politico
    7 agosto 2012 - William Almeyra
  • Dall'Argentina a Wall Street
    Occupy Wall Street

    Dall'Argentina a Wall Street

    Un'analisi di ciò che lega i movimenti sociali dell'America Latina al movimento "Occupy Wall Street" attraverso la cronaca di una giornata al Liberty Plaza Park occupato.
    18 ottobre 2011 - Benjamin Dangl

Eduardo Galeano e gli splendori e miserie dell'America Latina

L'utopia è come l'orizzonte: cammino due passi, e si allontana di due passi. Cammino dieci passi, e si allontana di dieci passi. L'orizzonte è irraggiungibile. E allora, a cosa serve l'utopia? A questo: serve per continuare a camminare
21 aprile 2015 - Beatrice Ruscio

13 Aprile 2015, scompare oggi una delle grandi voci dell’America Latina, quell’Eduardo Galeano che diceva di sè “io scrivo per quelli che non possono leggermi. Quelli che stanno in basso, quelli che stanno aspettando da secoli all’ultimo posto della storia, che non sanno leggere o non hanno i mezzi per farlo”. Ha cantato la storia del suo popolo, attraverso le gesta di calciatori entrati nella leggenda, in maniera frizzante, colorata, calda e intensa come il continente sudamericano e il suo libro ‘Splendori e miserie del gioco del calcio’ è esso stesso leggenda. Probabilmente iniziò a scriverlo per una sorta di invidiosa ammirazione verso quei giovani artisti del pallone, che sapevano incantare le folle, diventare giocolieri in mezzo al campo verde e lui, come tutti i ragazzini del mondo avrebbe voluto diventare come loro. Invece ha solo potuto immortalarli, come eroi d’altri tempi, nelle sue storie. “Come tutti gli uruguagi, avrei voluto essere un calciatore. Giocavo benissimo, ero un fenomeno, ma soltanto di notte, mentre dormivo; durante il giorno ero il peggior scarpone che sia comparso nei campetti del mio paese.”
Vedeva la sua terra spogliata delle sue ricchezze, violentata da predatori senza scrupoli e dalle pagine dei suoi libri sgorgava il sangue rosso dalle ‘vene aperte dell’America Latina’. Perchè la storia di quella terra, infinitamente ricca è “la storia del saccheggio delle risorse naturali”. Ha osservato, ha narrato, ha vissuto, ci ha incantato con la sua arte. Era uno scrittore Eduardo Galeano, un cantastorie, un sognatore, un artista. L’America Latina oggi è un po’ più povera. “L'utopia è come l'orizzonte: cammino due passi, e si allontana di due passi. Cammino dieci passi, e si allontana di dieci passi. L'orizzonte è irraggiungibile. E allora, a cosa serve l'utopia? A questo: serve per continuare a camminare.”

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy