Latina

RSS logo

Mailing-list Latina

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Latina

...

Articoli correlati

Gli USA spingono per iniziative contro il Venezuela

Un alto ufficiale del Dipartimento di Stato ha dichiarato che gli Stati Uniti vogliono mobilitare i paesi latino-americani per risolvere quella che l'amministrazione Bush considera la minaccia venezuelana alla stabilità nella regione.
11 febbraio 2005 - Bill Rodgers

L'ufficiale ha parlato di Venezuela e di altre questioni dell'area durante il "Foro Interamericano" del VOA e in un'ulteriore intervista in inglese.
L'Assistente Segretario di Stato per gli Affari dell'Emisfero Occidentale Roger Noriega sostiene che la retorica e le azioni del presidente venezuelano Hugo Chavez stanno minando la democrazia della nazione sudamericana, e pongono una minaccia per i suoi vicini.
Noriega dice che il leader populista venezuelano sta centralizzando il potere nel ramo esecutivo, e contattando gruppi che cercano di spodestare governi eletti democraticamente.
La Colombia ha sospettato per lungo tempo che il governo di Chavez consentisse ai ribelli di sinistra di usare il Venezuela come rifugio, cosa che Chavez ha sempre negato. In Dicembre, un membro anziano del gruppo ribelle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC) è stato rapito a Caracas da cacciatori di taglie e consegnato oltre confine alle autorità colombiane. La vicenda ha quasi causato un incidente diplomatico tra i due vicini.
Noriega ha detto al VOA che la presenza del FARC in Venezuela dimostrerebbe la "malafede" del governo di Chavez.
"E' un fenomeno molto inquietante"ha detto ancora Noriega "Chavez ha tutti il diritto di impegnarsi in eccessi retorici, ma ha anche alcuni obblighi, non solo verso i suo popolo ma anche verso i paesi vicini: deve rispettare lo stato di diritto e i valori democratici, ed aiutare i suoi confinanti a combattere gruppi criminali che rappresentano una minaccia per l'intero continente".
Per questo, continua Noriega, l'amministrazione Bush cercherà di convincere i paesi latino-americani che il Venezuela costituisce una minaccia per la stabilità della regione. Anche se, riconosce, il consenso sulla cosa ancora non c'è.
"In questo momento c'è una specie di esaurimento nei paesi della zona, che non rende loro possibile un confronto diretto con Chavez" dice "Possiamo capirlo, ma questa potrebbe divenate una di quelle cose che non puoi evitare di fare per il bene della sicurezza nelle Americhe, e noi faremo in modo che succeda".
Più specificamente, Noriega dice che gli Stati Uniti potrebbero invocare la carta democratica dell'Organizzazione degli Stati Americano, firmata nel 2001, che chiede sanzioni contro i presidenti che tenano di diventare dittatori de facto.

Note:

Tradotto da Chiara Rancati per www.peacelink.it
Il testo e' liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando le
fonti, l'autore e il traduttore.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy