Laboratorio di scrittura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Gallerie Fotografiche

Un racconto di mia madre

12 ottobre 2011 - Habtamu Abrdew Beture

Dove peace Tra le tante storie che mi raccontava mia madre, ce n’è una speciale che non potrò mai dimenticare.

Un giorno, ero molto piccolo, non ricordo nemmeno quanti anni avevo, vidi il disegno di una colomba che portava nel becco un ramoscello di ulivo.

Chiesi a mia madre come mai quella colomba trasportasse il ramoscello. Lei mi raccontò una storia vecchia di migliaia di anni.

Molte migliaia di anni fa, c’era un uomo anziano chiamato Noè. Lei proseguì raccontandomi la storia del diluvio. L’Arca, la famiglia di Noè, le coppie di animali, la fine che fecero i buoni e i cattivi dell’epoca. E infine venne la parte della colomba.

Noè, il sant’uomo, mandò una colomba a vedere se il livello dell’acqua si fosse abbassato. L’uccello tornò da Noè con un ramoscello d’olivo fresco nel becco, a dimostrazione che il mondo era di nuovo a posto.

Mia madre continuò la storia: da allora, in tutte queste migliaia di anni, la colomba è ancora in cerca di un angolo di pace nel mondo dove poter poggiare il ramoscello affinché gli uomini lo innaffino e lo facciano crescere.

La colomba ha cercato nel profondo del mare ma l’uomo ha inquinato le acque. Allora è volata nel cielo ma l’aria era cattiva e il ramoscello sarebbe morto. E sulla superficie della terra, la colomba ha guardato in ogni angolo. Bombe, razzi, proiettili, sangue, caos dovunque.

Sfortunatamente gli uomini di questo mondo non sono riusciti a lasciare nemmeno un angolo di pace piccolo quanto quel ramoscello d’ulivo.

Ma la colomba conserva una fortissima speranza di trovare un luogo e qualcuno che possa aiutarla.

Siccome ero un bambino, ho fatto un’altra domanda: “Mamma, perché la colomba vuole che l’albero cresca?”

Mia madre subito rispose che l’albero d’ulivo diventerà grande, sempre più grande, finché la sua ombra coprirà il mondo intero. Sotto l’ombra di quest’albero non ci saranno più caos, guerre, sangue, disastri, morti.

Nel mio cuore di bambino sentii un profondo senso di pietà e promisi a mia madre di trovare un posto in cui la colomba potesse terminare la sua ricerca.

Mia madre rispose: “Che bravo bambino, la terra è il tuo cuore e l’albero è la pace. CHE TU POSSA AVERE UN CUORE IN PACE.”

La mia ultima domanda fu: “Cos’è un cuore in pace?”

Mia madre mi disse che un cuore in pace è un cuore che teme Dio, ama se stesso, rispetta gli altri e preserva la natura.

Oggi, mia madre non c’è più. Ma io, tu e la colomba siamo ancora qui. Io, il figlio di mia madre, ti chiedo di condividere la mia promessa. Di avere un cuore in pace e di aiutare la colomba a riposarsi. 

Testo originale:

Mom's Story

Among many stories my mom used to tell me, there was a special one that I could never forget.

One day when I was very little boy, I don't even remember how old I exactly was, I saw a picture of a bird holding an olive leaf in her beak.

I asked my mom why that bird carried the leaf. my mom told me a story of a thousand years old.

Many thousand years ago, there was a holy man called Noah. She went on and narrated me all the story of the flood. The Arc, the Noah's family, the paired animals, the end of the good and bad people of that time. And finally came the bird's part.

The holy man Noah sent out a dove to see if the water had gone down. It returned in the evening with a fresh Olive leaf in it's beak to prove Noah that the world is settled.

Mom continued her story, since that time, all those many thousand years, the bird is searching a peaceful corner in the world where she could lay the leaf and let people water and grow it.

The bird searched deep in the sea but man made crises made all the water polluted. Again it flied up to the sky but the atmosphere was worse to let that fresh leaf die. And on the surface of the earth, the bird checked all corners. The bombs, rockets, bullets and bloods chaos everywhere.

Unfortunately the people of the world failed to provide a peaceful corner even as small as the size of that Olive leaf.

But that bird is very strongly hopeful to find somewhere and some body to help her.

For I was a child I asked another question  ''Mom why that bird wanted the tree to grow?''

My mom answered in a very short time the Olive tree will grow big and bigger until it's shade cover the entire world. Under the shade of that tree  will not be chaos, crisis blood shades and killings.

In my little heart I felt deeply pity and I promise my mom to give the bird the place to help her search to end.

My mom replied '' good boy, the land is your heart and the tree is peace. HAVE A PEACEFUL HEARE.''

My last question was '' what is a peaceful heart?''

As mom told me a peaceful heart is a heart full of fear of God, love to oneself, respect to others and which conserves the nature.

Today my mom is gone she is no more here. But me, you and the bird remain. I, my mom's good son, ask you to share my promise. To have a peaceful heart and to help the bird rest.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy