Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Notte bianca della rete
    Ieri a Roma le associazioni hanno promosso una "notte della rete" per la libertà di espressione e di informazione

    Notte bianca della rete

    Continua con incontri e dibattiti la protesta di chi ritiene incostituzionale che un'autorità amministrativa possa modificare i contenuti di un sito, senza l'intervento di un giudice
    6 luglio 2011 - Lidia Giannotti
  • Countdown Internet Italia?

    Countdown Internet Italia?

    Da domani 6 luglio l'Agcom potrà oscurare siti internet accusati di violare il diritto d'autore.
    5 luglio 2011 - Loris D'Emilio
  • L’Egitto scompare dall'internet

    L’Egitto scompare dall'internet

    Grazie a tutti per gli interessanti commenti e domande; seguono alcune considerazioni sugli ultimi sviluppi sul lungo black-out Internet egiziano, inclusa un’analisi trace-based ed alcune osservazioni sui Paesi vicini. Entro stamattina concluderemo questo articolo ed aspetteremo che le connessioni vengano ristabilite, speriamo il prima possibile – Jim.
    11 febbraio 2011 - James Cowie
  • Google e Twitter ridanno voce agli egiziani

    Google e Twitter ridanno voce agli egiziani

    5 febbraio 2011 - Doug Gross

Giornalisti: Carta di treviso, con 'media educational' ragazzi giudicano media

5 ottobre 2005
Fonte: ADNK

Treviso, 5 ott. (Adnkronos) - Si chiama ''Media Educational'' ed e' un progetto presentato oggi durante il convegno dedicato a 'i 15 anni sulla Carta di Treviso, i giornalisti alleati dei bambini'. I ragazzi delle scuole medie superiori sono chiamati ad esprimersi, e a giudicare, su quanto i media gli sottopongono: dalla televisione, alla radio, fino ad internet. ''Questo - secondo Media Watch, che ha ideato il progetto - per sviluppare nei giovani un senso critico ed una cultura legata ai mezzi di comunicazione''. Il progetto sta nascendo laddove e' stata sviluppata la Carta di Treviso: il capoluogo della Marca trevigiana come fulcro di un progetto che l'osservatorio giornalistico Mediawatch vorrebbe poi diffondere in tutta Italia. ''Studenti e professori sono chiamati a ad esprimere il loro giudizio su programmi tv, radiofonici, siti web, giornal e film indicando poi cosa e' piaciuto, cosa no e quali sono stati gli elementi educativi proposti e quelli no'', ha spiegato Mario Furlan, vice presidente dall'Associazione Carta di Treviso e promotore del progetto. (Paj/Gs/Adnkronos)

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy