MediaWatch

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • PeaceLink, Missione Amazzonia
    In Amazzonia è sotto accusa l'estrazione massiccia dalle miniere di ferro, causa di gravi problemi ambientali, sanitari e sociali

    PeaceLink, Missione Amazzonia

    La Vale è la multinazionale che estrae minerale di ferro e alimenta la produzione dell'ILVA di Taranto e di altre acciaierie. A maggio in Brasile vi sarà un incontro internazionale dei vari gruppi che si battono contro l'inquinamento, la deforestazione, lo sfruttamento delle popolazioni
    12 marzo 2014 - Associazione PeaceLink
  • Se puoi sognarlo, puoi farlo! La manifestazione del 6 aprile a Taranto
    Ambiente, salute, alternative

    Se puoi sognarlo, puoi farlo! La manifestazione del 6 aprile a Taranto

    Marceremo insieme a tutti coloro che vorranno essere con noi a difesa dei popoli inquinati, ingannati e derisi senza bandiere perché la vita non ha bandiera e non è esclusiva di un movimento.
    Comitato promotore
  • L'acciaio non avvelena solo i pozzi

    L'acciaio non avvelena solo i pozzi

    I decreti Salva Ilva fanno degli abitanti di Taranto cittadini di serie B almeno fino al 2 agosto 2016, con conseguenze per decenni
    16 febbraio 2014 - Lidia Giannotti
  • I SIN pugliesi, troppi ritardi e poche bonifiche
    I dati pugliesi del Dossier di Legambiente "Le bonifiche in Italia: chimera o realtà?"

    I SIN pugliesi, troppi ritardi e poche bonifiche

    Brindisi, Manfredonia, Taranto. Viaggio tra i SIN pugliesi
    9 febbraio 2014 - Gabriele Caforio

Pippo Mezzapesa vince il Nastro d’Argento con “settanTA”

Il “Nastro d’Argento” 2014 per il miglior cortometraggio è stato assegnato al regista bitontino Pippo Mezzapesa per il corto “settanTA” che parla del quartiere Tamburi di Taranto
18 marzo 2014 - Teresa Manuzzi

Pippo Mezzapesa

 Il "Nastro d'Argento" 2014 per il miglior cortometraggio è stato assegnato al regista bitontino (provincia di Bari) Pippo Mezzapesa per il corto "settanTA" dal "Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici". "settanTA" è un cortometraggio realizzato per Repubblica.it che, attraverso l'uso della narrazione tipica del documentario, ci accompagna tra i palazzi del quartiere Tamburi di Taranto, a due passi dall'acciaieria più grande d'Europa: l'ILVA. Qui, tra i palazzi le cui facciate sono arrossate dalla polvere di ferro proveniente dai parchi minerari a cielo aperto, si discute di politica, di salute, di lavoro e di ambiente.

 

Oltre a parlare si cerca anche di sopravvivere, per questo Enzo ha organizzato una lotteria. Enzo riempie delle ceste con prodotti alimentari, vende vari biglietti ed estrae il numero vincente. Il fortunato vince "una spesa" e lui mette in tasca i soldi guadagnati dalla vendita dei biglietti. Nel video però ci sono delle presenze invisibili, il vento e il suono della sirena della fabbrica. Il vento forte che agita il mare e che gonfia i nuvoloni dei fumi provenienti dall'acciaeria, lo stesso vento che trasporta la polvere di ferro, spesso copre il suono delle parole dei protagonisti. Il chiacchiericcio degli abitanti è più volte sovrastrato anche dal suono acuto della sirena dell'Ilva.

 

Prendono vita così due monologhi posti l'uno vicino all'altro, monologhi che non interagiscono, non si ascoltano e non comunicano tra loro. Da un lato l'Ilva, fumosa, silenziosa e imponente, dall'altra i tarantini esasperati ed impotenti, condannati a vivere in quel posto dal bisogno. Nella scena finale proprio il silenzio complice viene condannato una volta per tutte con l'inquadratura di una targa che campeggia da anni su di un palazzo del quartiere Tamburi: "Veniamo sepolti da polveri di minerale e soffocati da esalazioni di gas proveniente dalla zona industriale dell’ILVA, per tutto questo gli stessi maledicono, coloro che possono fare e non fanno nulla per riparare”.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy