Migranti

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Gli articoli di PeaceLink

  • Immigrato trova 1900 euro per strada e li restituisce alla polizia
    I soldi appartenevano a un'imprenditore tarantino

    Immigrato trova 1900 euro per strada e li restituisce alla polizia

    Rifiuta 300 euro di ricompensa: "Me ne spettano soltanto 200". Quanti italiani avrebbero fatto così?
    22 aprile 2010 - Alessandro Marescotti
  • Rosarno: la tolleranza della schiavitù in Italia
    Un comunicato Stampa dell'ASGI - Associazione Studi Giuridici Immigrazione

    Rosarno: la tolleranza della schiavitù in Italia

    Quanto avvenuto a Rosarno non è un drammatico evento imprevedibile ma è l’epilogo di situazione di degrado, violenza e di totale assenza di intervento delle istituzioni pubbliche che dura da anni e che esplode, non a caso, nell’anno del cosiddetto “pacchetto sicurezza”.
    9 gennaio 2010
  • "Torturali, è legittima difesa". Sul razzismo e gli immigrati.
    Il "finto" manifesto "leghista" di Mauro Biani era ben evidenziato come "falso"

    "Torturali, è legittima difesa". Sul razzismo e gli immigrati.

    Su PeaceLink vi era scritto: "ATTENZIONE!!! I manifesti elettorali pubblicati su queste pagine sono FALSI, e hanno unicamente finalita' satiriche".
    28 agosto 2009 - Alessandro Marescotti
  • Maturità: il ministero chiede codice fiscale degli alunni
    «I dirigenti che intendono fare politica si candidino»

    Maturità: il ministero chiede codice fiscale degli alunni

    Quali saranno le conseguenze per chi è immigrato irregolare? Perché i controlli passano attraverso il filtro della scuola?
    28 maggio 2009 - Giacomo Alessandroni
  • Non vogliamo un decreto sicurezza, vogliamo un decreto solidarietà!

    Non vogliamo un decreto sicurezza, vogliamo un decreto solidarietà!

    Dichiaramo la nostra obiezione di coscienza ad una legge che, a dispetto del nome, porterà invece insicurezza e conflitti.
    Il Nord del mondo affama i poveri, all’occorrenza li prende in casa, facendo pagare loro i viaggi, quando non servono li rimanda “a casa loro”, o li chiude in campi di prigionia. E poi?
    Questo è portarsi la guerra in casa. La nostra coscienza sta facendo qualcosa per fermare questa legge che uccide i diritti umani? Non diventiamo complici silenziosi.


    6 febbraio 2009 - Alberto Capannini, Francesca Ciarallo
  • Hotspot di Taranto: migranti e minerale

    Hotspot di Taranto: migranti e minerale

    La tensostruttura nel porto di Taranto è ricoperta dal minerale
    27 giugno 2016 - Campagna Welcome Taranto
  • Appello pubblico: “No alla procedura hotspot – la città prenda parola”

    Appello pubblico: “No alla procedura hotspot – la città prenda parola”

    L’hotspot non può essere una fabbrica di etichette, i movimenti prendano parola
    18 maggio 2016 - Campagna Welcome Taranto
  • Mediterraneo, cimitero e oblio. Sprofonda l’umanità.

    Mediterraneo, cimitero e oblio. Sprofonda l’umanità.

    Vent’anni e più di schiavismo, stragi, mafie, lager, criminalizzazione
    30 aprile 2016 - Alessio Di Florio
  • Da Idomeni, vista hotspot: l’Europa respinge, i cittadini accolgono

    Da Idomeni, vista hotspot: l’Europa respinge, i cittadini accolgono

    Domenica 3 aprile manifestazione al Brennero
    2 aprile 2016 - Campagna Welcome Taranto
  • Chi guida l'Ungheria dei muri e dei fili spinati
    A Horgos, davanti al muro voluto da Budapest, alcuni migranti hanno cercato di abbattere il filo spinato per entrare in Ungheria

    Chi guida l'Ungheria dei muri e dei fili spinati

    Il segretario generale dell'ONU Ban Ki-Moon ha dichiarato: «Scioccato dal trattamento riservati ai rifugiati». La polizia ungherese ha usato mezzi blindati, cannoni ad acqua e lacrimogeni contro i migranti che venivano dalla Serbia. Viktor Mihály Orbán è il primo ministro ungherese che ha scelto questi metodi. Orbán da giovane combatteva il regime comunista e invocava i diritti umani. Adesso che è al potere e che è entrato nella Nato dichiara: "Il flusso di migranti minaccia le radici cristiane dell'Europa". E poi: "Mai più un profugo nei nostri confini”.
    16 settembre 2015 - Alessandro Marescotti
  • A Melilla una frontiera di lame

    Il governo di Madrid ripristina un confine criminale, che aveva tolto nel 2007, per ferire e fermare i migranti. 200 persone assaltano l'enclave, muore un ragazzo subsahariano
    6 novembre 2013 - Luca Tancredi Barone
  • Lampedusa: ipocrisia dei finti coccodrilli e umanità calpestata
    L’antirazzismo, la solidarietà e l’internazionalismo camminino sulle nostre gambe

    Lampedusa: ipocrisia dei finti coccodrilli e umanità calpestata

    Io non credo nei confini, nelle barriere, nelle bandiere. Credo che apparteniamo tutti, indipendentemente dalle latitudini e dalle longitudini, alla stessa famiglia, che è la famiglia umana.(Vittorio Vik Utopia Arrigoni)
    15 ottobre 2013 - Alessio Di Florio (PeaceLink Abruzzo, Ass. Antimafie Rita Atria, Ass. Culturale Peppino Impastato)
  • E' uscito Schiavi, documentario sulle rotte del nuovo sfruttamento

    E' uscito Schiavi, documentario sulle rotte del nuovo sfruttamento

    E' possibile contattare il regista per organizzare una proiezione o acquistare un dvd del film
    14 ottobre 2013
  • Le contabilità degli orrori di una storia italiana

    Le contabilità degli orrori di una storia italiana

    Le condanne di Cesare Lodeserto
    17 luglio 2012 - Stefano Mencherini (giornalista indipendente e regista Rai)
  • Business Migranti Spa

    L’eterno e immobile limbo del Cara di Mineo

    Il Mega Centro accoglienza richiedenti asilo di Mineo (Ct) si conferma un'ottima occasione di business per le grandi società di costruzione italiane e i consorzi di cooperative sociali di Legacoop. Intanto crescono i disagi, l'isolamento e le sofferenze degli oltre 1.600 "ospiti" di una struttura semidetentiva
    5 marzo 2012 - Antonio Mazzeo
Ultimo aggiornamento: 28 giugno 2016 ore 04:15
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies