Sviluppo Umano e Economia di Giustizia

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Legge 2 agosto 2007 n. 130: "Modifiche alla legge 8 luglio 1998, n. 230, in materia di obiezione di coscienza". Gazzetta Ufficiale n. 194 del 22 agosto 2007

    17 maggio 2010 - Aldo Fiore

     

    LEGGE 2 Agosto 2007, n. 130


    Modifiche alla legge 8 luglio 1998, n. 230, in materia di obiezione di coscienza.

    (testo in vigore dal: 06-09-2007)


    La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato


    IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


    Promulga


    la seguente legge:


    Art. 1.


    1. Alla legge 8 luglio 1998, n. 230, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modificazioni:

    a) all'articolo 2, comma 1, lettera a), primo periodo, le parole: "ad eccezione delle armi di cui al primo comma, lettera h), nonché al terzo comma dell'articolo 2 della legge 18 aprile 1975, n. 110, come sostituito dall'articolo 1, comma 1, della legge 21 febbraio 1990, n. 36" sono sostituite dalle seguenti: "ad eccezione delle armi e dei materiali esplodenti privi di attitudine a recare offesa alle persone ovvero non dotati di significativa capacità offensiva, individuati con decreto del Ministro dell'interno, sentita la commissione consultiva centrale per il controllo delle armi di cui all'articolo 6 della legge 18 aprile 1975, n. 110, e successive modificazioni";

    b) all'articolo 15:
    1) al comma 4 sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: "ovvero quando essi abbiano rinunziato allo status di obiettore di coscienza ai sensi del comma 7-ter";

    2) dopo il comma 7 sono aggiunti i seguenti:
    "7-bis. Le disposizioni di cui ai commi 6 e 7 non si applicano ai cittadini che abbiano rinunziato allo status di obiettore di coscienza ai sensi del comma 7-ter.
    7-ter. L'obiettore ammesso al servizio civile, decorsi almeno cinque anni dalla data in cui è stato collocato in congedo secondo le norme previste per il servizio di leva, può rinunziare allo status di obiettore di coscienza presentando apposita dichiarazione irrevocabile presso l'Ufficio nazionale per il servizio civile, che provvede a darne tempestiva comunicazione alla Direzione generale delle pensioni militari, del collocamento al lavoro dei volontari congedati e della leva di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 6 ottobre 2005, n. 216".

    2. Il decreto del Ministro dell'interno di cui all'articolo 2, comma 1, lettera a), della legge 8 luglio 1998, n. 230, come modificata dal comma 1, lettera a), del presente articolo, è adottato entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.

    3. Fino all'entrata in vigore del decreto del Ministro dell'interno di cui al comma 2, si applicano le disposizioni dell'articolo 2, comma 1, lettera a), primo periodo, della legge 8 luglio 1998, n. 230, nel testo vigente prima della data di entrata in vigore della presente legge.

    La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

    Data a Roma, addì 2 agosto 2007

    NAPOLITANO

    Prodi, Presidente del Consiglio dei Ministri
    Visto, il Guardasigilli: Mastella




    Allegati:

    - Legge 2 agosto 2007, n. 130 (.pdf)
    - Dichiarazione rinuncia allo "status" di obiettore di coscienza (.pdf)
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy