Pace

RSS logo

Mailing-list La nonviolenza è in cammino

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista La nonviolenza è in cammino

...

    Militari obiettori

    Guida ai militari che non vogliono partecipare alla guerra
    Guida ai militari che non vogliono partecipare alla guerra
    11 Articoli - pagina 1 2
    • Noi, che ci battiamo contro la guerra, abbiamo bisogno di aiuto per porvi fine!
      Un "caffè" contro la guerra

      Noi, che ci battiamo contro la guerra, abbiamo bisogno di aiuto per porvi fine!

      Un punto di incontro che fornisca a soldati, veterani e dissidenti assistenza, informazioni e supporto psicologico, nei pressi della più imponente comunità dell'esercito statunitense all'estero
      8 luglio 2011 - Ivan Flammia
    • Quell'ufficiale americano che ha dichiarato "obiezione di coscienza" alla guerra in Iraq
      Ehren Watada ha vinto la sua battaglia contro una guerra illegale

      Quell'ufficiale americano che ha dichiarato "obiezione di coscienza" alla guerra in Iraq

      "E' mia conclusione, come un ufficiale delle forze armate, che la guerra in Iraq non solo è moralmente sbagliata, ma una terribile violazione della legge americana", aveva dichiarato.
      23 gennaio 2010 - Rossana De Simone
    • «A me non è lecito prestare il servizio militare, poiché sono cristiano»

      «Obiettori in divisa»

      Pur arruolati nell’esercito, di fronte agli orrori della guerra rifiutano di combattere: il fenomeno dei soldati obiettori è in espansione ed è trasversale a culture, religioni e scelte politiche. Di solito finiscono in carcere, ma in alcuni casi il destino è più cruento
      22 gennaio 2008 - Roberto Cuda
    • La mia obiezione di coscienza

      discorso
      tenuto da di fronte al centro di addestramento di Fort
      Benning il 17 novembre 2005; Katherine ha tenuto il suo discorso di fronte a
      15.000 manifestanti pacifisti; alla sua destra ed alla sua sinistra stavano
      altri due obiettori di coscienza dell'esercito Usa, Aidan Delgado ed Aimee
      Allison. Katherine Jashinki, arruolatasi nella Guardia Nazionale nell'aprile
      2002, ha chiesto di essere congedata come obiettrice di coscienza
      nell'estate del 2004. La scorsa settimana, il tribunale ha rigettato la sua
      richiesta. Nel frattempo Katherine, che fino ad ora ha servito come cuoca,
      ha ricevuto l'ordine di sottoporsi all'addestramento alle armi, in vista del
      trasferimento della sua unita' in Afghanistan
      19 novembre 2005 - Katherine Jashinki
    • Molti mi hanno chiamato codardo, altri mi hanno chiamato eroe. Io credo di trovarmi nel mezzo. A chi mi ha chiamato eroe dico che non credo agli eroi, ma credo che la gente normale può fare cose straordinarie.

      Ritrovando la mia Umanità

      La vicenda di un militare USA che dopo aver capito cosa fosse in realtà la "liberazione" dell'Iraq, non se l'è sentita di ritornare a combattere e ha accettato di scegliere il carcere per diserzione. Terminata la sua pena, ecco la sua riflessione profonda.
      20 febbraio 2005 - Camilo Mejia
    • Iniziativa nelle caserme della Sardegna

      "Generale, io rispondo signornò"

      Nuova azione nonviolenta di Antonello Repetto, pacifista sardo già processato (e assolto) per aver "vilipendio alle forze armate" per via di una "pernacchia" disegnata su un manifesto (1). Ora invita i soldati ad applicare l'articolo 25 del Regolamento militare che consente di non ubbidire ad ordini che costituiscano reato. E scrive anche al Presidente della Repubblica.
      10 maggio 2004 - Redazione
    • Obiezione di coscienza di militari israeliani
      «Basta esecuzioni mirate»

      Obiezione di coscienza di militari israeliani

      Appello di 26 piloti israeliani e un generale «refusniks»
      26 settembre 2003 - Michele Giorgio (Gerusalemme)
    • Lettera al ministro Martino

      Per i militari in congedo che vogliono manifestare indisponibilità alla guerra
      11 febbraio 2003 - Alessandro Marescotti
    • Le norme militari sull'obbedienza

      11 febbraio 2003 - Alessandro Marescotti
    • Il disertore

      10 febbraio 2003 - Boris Vian
    pagina 1 di 2 | precedente - successiva
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy