Palestina

Palestina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)

In rilievo

  • Settembre Musica ignora, come il Salone del Libro, il problema dei diritti umani

    Nell'ambito di Settembre Musica 2011 si terranno due concerti della Israel Philarmonica Orchestra (IPO) a Milano e a Torino
    13 settembre 2011 - International Solidarity Movement
  • Angela Lano racconta la vergogna di Israele

    Angela Lano racconta la vergogna di Israele

    Tortura psicologica, violenza, crudeltà inflitte con inspiegabile sadismo. Perché tutto questo? Chi vuole lavorare veramente per la pace, non può e non deve accettare, ma, soprattutto, supportare i metodi con cui Israele sta portando avanti la "sua missione" in tal senso.
    4 giugno 2010 - Nadia Redoglia
  • Angela Lano: una giornalista non embedded
    Tieni duro, amica mia

    Angela Lano: una giornalista non embedded

    Quando un giornalista è sul campo, non rimpannucciato in un albergo in attesa d'essere collegato, per leggere le veline che gli hanno appena passato...
    31 maggio 2010 - Nadia Redoglia
  • I Palestinesi, un popolo di troppo – Intervista a Jeff Halper

    Jeff Halper, uno dei più importanti attivisti per la pace israeliani, risponde a domande su sionismo, apartheid, pulizia etnica e futuro per i palestinesi.
    18 settembre 2009 - Lorenzo Galbiati - traduzione di Daniela Filippin
  • Macerie emozionanti

    Macerie emozionanti

    5 agosto 2009 - Amira Hass
  • L'umanità del sottosuolo
    Intervista a Kassem Aina, fondatore della prima associazione creata dai rifugiati palestinesi in Libano

    L'umanità del sottosuolo

    Kassem Aina è il fondatore di Beit Aftal Assumoud, la prima associazione creata dai rifugiati palestinesi in Libano, nel 1982, per una sorta di adozione collettiva degli orfani di Sabra e Chatila, dove nel 1982 le milizie maronite uccisero 3500 palestinesi con la complicità dell'esercito israeliano. Oggi l'associazione è attiva in tutti i campi profughi palestinesi in Libano e rappresenta la più ampia rete di assistenza sociale e sanitaria e di sostegno agli studi
    5 agosto 2009 - Francesca Borri
Motore di ricerca in
RSS logo

Il muro dell'apartheid

10 Articoli
  • Giorni di ordinaria inciviltà quotidiana per gli abitanti di un'entità territoriale unica separata da un Muro di apartheid

    Di là del Muro

    13 settembre 2010 - Francesca Borri
  • Un altro mattone contro il Muro

    Pink Floyd in Palestina Concerto a Newe Shalom: «tear down the wall», abbattetelo, scrive sulla parete il padre di The Wall
    23 giugno 2006 - Michele Giorgio
  • Tecnologia dell’umiliazione


    Questo articolo e’ stato pubblicato sul quotidiano palestinese Al_Quds il 3 gennaio di questo anno, la traduzione e’ stata eseguita dall’arabo all’italiano da parte di Mohammed Ghazawnah del Land research Center.
    29 gennaio 2006 - Mohammed Ghazawnah
  • Israele si impossessa della terra dei palestinesi per costruire il muro

    28 agosto 2005 - AP, AFP
  • Appello contro il muro ad Aoud

    il progetto del Muro di separazione ad Aboud (area di Ramallah) procede e
    diventa sempre più vicina la sua realizzazione.
    Il villaggio di Aboud conta circa 2000 abitanti, metà dei quali sono
    palestinesi cristiani e l'altra metà musulmani.
    Con la costruzione del Muro di separazione le due comunità del villaggio
    verranno pesantemente penalizzate per sempre.
    7 giugno 2005 - operazione Colomba
  • Flag Project

    Nuova iniziativa nonviolenta contro il muro
    18 settembre 2004 - Alessio Di Florio
  • Abbasso il Muro dell'Apartheid!

    9 e 10 luglio: Giornate dell'azione «Vogliamo giustizia per la Palestina, ora!»

    8 luglio 2004 - PENGON - Campagna contro il muro dell'apartheid, sezione europea
  • DANNI CREATI DAL MURO DI SEPARAZIONE AI RESIDENTI PALESTINESI

    Per ordine del governo israeliano, il muro di separazione è stato costruito in zone del territorio palestinese occupate dal 1967. Una buona parte del muro taglia in profondità dentro il territorio palestinese.
    3 ottobre 2003 - Omar Jubran
  • Da firmare e diffondere

    Fermate subito la costruzione del muro

    24 luglio 2003 - Sergio Yahni
  • Gli israeliani hanno idea di quanto costi il muro ai palestinesi?

    Apartheid wall

    Per gli israeliani è una "barriera di separazione" per i palestinesi il "muro dell'apartheid". Per gli israeliani è un ideale, per i palestinesi una minaccia esistenziale. Per la maggior parte degli israeliani è una soluzione magica alla paura del terrorismo. Per i palestinesi è una paura profonda. Una volta ancora non si capiscono, due nazioni che non afferrano il significato delle rispettive paure.
    Gideon Levy
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy