Comitato delle le associazioni per la pace ed i diritti umani - Rovereto

Centro di Educazione alla Pace di Rovereto

RSS logo

Chi era 'Marianela Garcia Vilas'

La Sala a pianterreno del Centro di educazione permanente alla Pace è intitolata a 'Marianela Garcia Vilas'


Chi era Marianela Garcia Vilas?

Marianela Garcia Vilas, fondatrice della Commissione per i diritti umani del Salvador, collaboratrice di mons.Oscar Romero, catturata il 13 Marzo 1983 in un’area di conflitto dove si era recata per documentare l’uso di armi chimiche da parte dell’esercito, e assassinata dopo essere stata torturata

Marianella Garcia Villas, giovane donna del Salvador, il più piccolo Paese dell'America Centrale, per vocazione e per scelta si è identificata con la storia tormentata del suo popolo, fino alla morte, avvenuta il 13 marzo 1983 per mano dei soldati del regime. Marianella, avvocato dei poveri, sorella degli oppressi, voce degli scomparsi, fa parte dei testimoni e dei martiri dell'America Latina.

Formatasi in un ricco collegio religioso spagnolo, ha dedicato la vita ai poveri e soprattutto ai contadini del suo Paese; fu deputato nella Democrazia Cristiana nell'Assemblea legislativa, ma ruppe poi con il la DC di Duarte; fu arrestata e perseguitata dalle forze di sicurezza; collaborò con monsignor Romero e si dedicò alla causa dei diritti umani fino alla morte.

La vita di Marianella è stata tutta un cammino in salita, dentro un'avventura comune di liberazione e di riscatto del Salvador.

Sulla base delle sue confidenze e dei suoi ricordi, raccolti e registrati nel corso dei viaggi in Italia compiuti da Marianella tra il 1981 e il 1982 quale presidente della Commissione per i diritti umani del Salvador, Raniero La Valle e Linda Bimbi hanno ricostruito la storia sua e del suo paese.

"Marianella e i suoi fratelli", di Raniero La Valle e Linda Bimbi, Feltrinelli, collana "Presenze"