Comitato delle le associazioni per la pace ed i diritti umani - Rovereto

Centro di Educazione alla Pace di Rovereto

RSS logo
30 ottobre 2013

“Autunno di azione contro gli F-35” dal 20 ottobre al 30 novembre, periodo che sarà anche caratterizzato da nuove forme di mobilitazione per ogni singolo cittadino grazie ad una foto-petizione da 100.000 volti.

no F35 Tagliamo le ali a questa spesa assurda ed inutile: un autunno di mobilitazione nazionale e territoriale contro i caccia F-35

Centinaia di migliaia di persone si sono espresse contro la partecipazione italiana al programma Joint Strike Fighter dei cacciabombardieri F-35, stimolati dall’azione della campagna “Taglia le ali alle armi” attiva dal 2009 in questo senso. A partire dai dati e dalle analisi proposte dalla Campagna, passando per la smentita di tutte le motivazioni “ufficiali” per il programma F-35 si è creato nell’opinione pubblica un fronte maggioritario che chiede a Governo e Parlamento di spostare questi enormi fondi su iniziative più importanti e fondamentali per la “difesa” quotidiana degli italiani e delle loro famiglie.

Eppure, contravvenendo a quanto espressamente indicato in mozioni approvate sia al Senato che alla Camera che bloccavano ogni ulteriore acquisto, il Ministero della Difesa ha confermato pochi giorni fa la continuazione del programma e la conferma di acquisizione per un totale di sei velivoli (appartenenti a due distinti lotti di produzione).

Centinaia di associazioni e decine di Enti Locali ci hanno supportato in questa azione: viste le recenti e problematiche notizie è ancora più urgente la richiesta che “Taglia le ali alle armi” avanza per una mobilitazione comune in vista di un “Autunno di azione contro gli F-35” dal 20 ottobre fino al 30 novembre 2013.

Perchè la politica ha solo iniziato ad accorgersi di questo tema (che non riguarda solo i caccia F-35, ma tutte le spese militari e le acquisizioni di sistemi d’arma) e finalmente blocco granitico a favore degli F-35 sta iniziando a sgretolarsi…
La richiesta della campagna è che non vengano stanziati fondi per gli F-35 nella Legge di Stabilità per l’anno 2014 a breve in discussione in Parlamento.
C’è quindi bisogno di intensificare l’azione in comune, sui territori… Tutti insieme!

info su http://www.disarmo.org