Sociale

RSS logo

Mailing-list Volontariato

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Volontariato

...

    Carcere

    • Dati sulla giustizia
      Dati sulle misure alternative alla detenzione e sulle attività istituzionale dei centri di servizio sociale per adutli (CSSA).
    5 Articoli
    • L'influenza delle prigioni private nel dibattito sull'immigrazione negli USA

      L'influenza delle prigioni private nel dibattito sull'immigrazione negli USA

      La florida industria delle prigioni private gioca tutte le sue carte per evitare che la riforma dell'emigrazione le tolga dei profitti.
      13 aprile 2013 - Lee Fang
    • La marcia del 25 aprile per l'amnistia, la giustizia e la libertà
      Argomenti scomodi

      La marcia del 25 aprile per l'amnistia, la giustizia e la libertà

      La marcia è stata promossa da Rita Levi Montalcini e da persone la cui vita è cambiata quando hanno perso all'improvviso un familiare, dopo un arresto. Con loro, radicali, associazioni e rappresentanti delle istituzioni denunciano i gravi problemi delle carceri e della giustizia
      1 maggio 2012 - Lidia Giannotti
    • Appello del padre a Ciampi per un provvedimento immediato

      Fino alla morte. Paolo Dorigo digiuna in carcere da 68 giorni per protesta

      Tredici anni di carcere per una molotov sul muro di cinta della base Nato di Aviano. Non ha ucciso o ferito nessuno. Si dichiara innocente.
      29 novembre 2004 - Redazione
    • Nasce il Cartello ''Non incarcerate il nostro crescere''

      Lettera del presidente del C.N.C.A.
      26 febbraio 2004 - Lucio Babolin
    • Una speranza per il popolo dei diseredati

      Il carcere nelle parole del Papa in Parlamento

      L’attenzione che Giovanni Paolo II ha voluto riservare, nel suo discorso alle Camere, al mondo dei detenuti è coerente con una visione della Politica più volte già affermata: un servizio al bene comune perché a tutti, nessuno escluso, sia concesso l’accesso alla speranza, ai diritti realmente esigibili e al vivere decoroso. Nemmeno la pena detentiva può interrompere questa dimensione fondamentale della vita — sottolinea il Papa — e perché le parole non suonino stanche, logore o svuotate di senso propone "un atto di clemenza mediante la riduzione della pena".
      30 novembre 2003 - Don Luigi Ciotti
    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy