Storia della Pace

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • L'uomo primitivo era 'ecologo'?
    Storia dell'ambiente

    L'uomo primitivo era 'ecologo'?

    In alcuni ambienti esiste un'idea radicalmente ottimista sul rapporto instaurato tra l'uomo e la natura nelle società premoderne o, per lo meno, in quelle arcaiche.
    4 giugno 2004 - Giovanni Monastra
Settemila anni fa

Il culto della Grande Madre

Le donne nella preistoria seppero creare società pacifiche basate sulla parità. Poi prevalse la cultura maschile della violenza
24 novembre 2006 - Alessandro Marescotti

Fin dal secolo scorso alcuni studiosi hanno ipotizzato che intorno al V millennio a.C. si sarebbero sviluppate delle società matriarcali basate sulla venerazione della Grande Madre che era considerata una divinità femminile creatrice dell’universo. Di tale divinità si ritrovarono vari resti in tutta Europa e nella Russia asiatica. Sulla base dei documenti che sono stati reperiti si è potuta ipotizzare l’esistenza di una società pacifica e ordinata nata in un sistema politico governato da donne. Non ci sarebbero state disparità tra uomini e donne. Queste società scomparvero intorno al 1.500 a.C. quando iniziarono a prendere il potere i popoli indoeuropei provenienti dalla Russia meridionale e dal Mar Nero, che imposero una cultura basate sul culto della forza. "La cultura androcentrica divenne così la cultura della classe dominante", afferma lo storico Umberto Diotti. La trasmissione del potere maschile pose così fine a un’esperienza storica di pacifica convivenza sociale basata sulla parità e sulla tolleranza.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies