Storia della Pace

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • donazione ONLINE con carta di credito
  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • La banalità del male

    2 gennaio 2005 - Diego Fusaro
  • Addestramento all'obbedienza

    Riflessioni: Uniformi di Sangue

    La realta' e' che non e' affatto abbastanza essere brave persone, persone per bene, non e' abbastanza essere educati, aver cura dei propri figli, essere gentili, premurosi e ragionevoli. Queste sono tutte cose sacrosante e importanti, ma se oltre a cio' facciamo semplicemente cio' che ci viene detto, se non pensiamo con la nostra testa, se non abbiamo la capacita' di dire 'no', di sollevare problemi, di disobbedire, allora potremmo facilmente finire per essere gli architetti dell'inferno di qualcuno.
    12 luglio 2004 - David Edwards - trad. P. Merciai
Gli effetti dell'obbedienza durante la storia

Da persone normali a criminali di guerra

L'educazione tradizionale ha generalmente elogiato l'obbedienza. Cerchiamo di analizzarne gli effetti in ambito militare e storico.
29 agosto 2004 - Alessandro Marescotti

Leggiamo

HANNAH ARENDT: LA BANALITA' DEL MALE
http://www.filosofico.net/are1njklasddt2.htm

UNIFORMI DI SANGUE
http://italy.peacelink.org/conflitti/articles/art_6025.html

e avviamo una ricerca sui "meccanismi" e sui fattori che in guerra trasformano una persona normale in un assassino, in un carnefice docile, efficiente e diligente nel portare a termine il proprio compito.

Ci si può collegare a don Milani e a Fromm.

Fromm nel 1963 scrisse "La disobbedienza come problema psicologico e morale" sostenendo che "la storia dell'uomo è cominciata con un atto di disobbedienza, ed è tutt'altro che improbabile che si concluda con un atto di obbedienza".

Non è difficile scorgere in ciò una matrice culturale che portò don Lorenzo Milani a scrivere "l'obbedienza non è più una virtù" (1).

Note:

(1) http://www.liberliber.it/biblioteca/m/milani/l_obbedienza_non_e_piu_una_virtu/html/sommario.htm

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy