Storia della Pace

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Gli ultimi schiavi
    Buenaventura - Costa pacifica della Colombia

    Gli ultimi schiavi

    È come se, mentre siamo immersi nella lettura di un libro che ci ha portato lontani dalla realtà, improvvisamente, ci rendessimo conto di essere nel letto di un torrente le cui acque ci stanno già travolgendo.
    6 maggio 2014 - Ernesto Celestini
  • Argentina: l’inferno delle carceri
    Il rapporto della Comisión Provincial por la Memoria segnala torture e maltrattamenti continui

    Argentina: l’inferno delle carceri

    I diritti umani sono violati costantemente
    27 dicembre 2013 - David Lifodi
  • La tortura va combattuta anche in Italia
    Non c'è cosa più terribile che possa riguardare due persone.

    La tortura va combattuta anche in Italia

    Le bellissime voci dei rifugiati raccontano. Al Palladium di Roma, l'evento-spettacolo "Di Untori e Altri Demoni" e la raccolta di firme per introdurre il reato di tortura
    26 giugno 2013 - Lidia Giannotti
  • Cari Italiani, aiutateci a combattere la tortura in Usa

    Cari Italiani, aiutateci a combattere la tortura in Usa

    Lettera aperta di David Swanson agli italiani, affinché, facendo appello alla saggezza giuridica del nostro paese, si applichi la giurisdizione universale per incriminare quei funzionari USA colpevoli di tortura e crimini contro l'umanità. Nel nome di una Legge davvero "uguale per tutti".
    13 ottobre 2012 - David Swanson
La Constitutio Criminalis Theresiana del 1769

L'imperatrice Maria Teresa d'Austria e la tortura

Il torturato era assolto se non confessava: ma era ormai moribondo.
1 ottobre 2004 - Daniele Marescotti
Fonte: Appunti tratti dalla visita al Museo della Tortura di San Gimignano

L'imperatrice austriaca Maria Teresa impose a tutti i tribunali della corona di sottoporre a torura ogni accusato che non volesse confessare di propria spontanea volontà. Questa disposizione è contenuta nella Constitutio Criminalis Theresiana pubblicata a Vienna nel 1769. In essa vengono descritte e illustrate con maniaco razionalismo scientifico le torture.

Ad esempio è descritta la "scala di stiramento" che portava alla lussazione delle spalle e che prevedeva la scottatura dei fianchi con candele. Se la vittima - ormai paralizzata, con le spalle frantumate e moribonda a causa dell'infezione che seguiva l'ustione - aveva resistito nonostante tutto e non aveva confessato... il tribunale era obbligato a riconoscerle l'innocenza.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies