Il testo del messaggio dei Presidenti Agesci

Per dichiarare l'Italia paese libero dalle armi nucleari

Il messaggio dei Presidenti Agesci per sostenere la Campagna "Un futuro senza atomiche"
23 dicembre 2007 - Gabriele De Veris
Fonte: AGESCI - 23 dicembre 2007

banner campagna un futuro senza atomiche

In questa fase in cui il processo di non proliferazione nucleare sta segnando il passo, sento il dovere di esortare le Autorità a riprendere con più ferma determinazione le trattative in vista dello smantellamento progressivo e concordato delle armi nucleari esistenti. Nel rinnovare questo appello, so di farmi eco dell'auspicio condiviso da quanti hanno a cuore il futuro dell'umanità."
Riprendendo l'esortazione del Papa, rispondiamo anche noi all’appello lanciato dalle associazioni italiane di ispirazione cristiana che promuovono e che aderiscono alla Campagna "Un futuro senza atomiche". Come in tutte le cose importanti della vita di relazione, l'insegnamento evangelico, anche in tema di disarmo, ci indica la via: agire per primi, perché è giusto farlo, e non semplicemente accettare di essere nel torto perché anche altri lo sono.

In Italia ci sono armi nucleari, ma non dovrebbero esserci. Un'azione tesa a liberare il territorio nazionale dalle armi nucleari di proprietà altrui, potrebbe rappresentare quel gesto di buona volontà che permetterà di instaurare un circolo virtuoso, rilanciando così i negoziati internazionali volti allo smantellamento progressivo e concordato delle armi nucleari esistenti. Ugualmente, le associazioni si impegnano ad agire per denunciare le molte responsabilità del funesto commercio delle armi, dal quale i Paesi del mondo industrialmente sviluppato, come l'Italia, traggono lauti guadagni.

Per questo, le nostre associazioni chiedono a tutte le donne e a tutti gli uomini di buona volontà di sostenere la Campagna "Un futuro senza atomiche", effettuando raccolte di firme in tutte le occasioni del periodo che va dal Natale alla Giornata Mondiale della Pace e durante il mese della Pace, che tante comunità cristiane hanno dichiarato per gennaio. Un mondo libero da armi nucleari è un'aspirazione condivisa dall'intera umanità. Dimostriamo tutti assieme di avere a cuore il futuro del mondo.

Assieme a noi sottoscrivono questo documento, tra gli altri: Azione Cattolica Italiana, ACLI, FOCSIV, Conferenza Istituti Missionari d’Italia, Pax Christi, Beati i costruttori di pace, Nigrizia, Missione Oggi e Mosaico di pace.

Alla campagna aderiscono, oltre alle sigle sopraccitate, Tavola della pace e Libera, realtà nelle quali da anni siamo presenti e attivi.
Invitiamo i Gruppi, le Zone e le Regioni che volessero impegnarsi attivamente in questa campagna, a contattare gli incaricati nazionali al Settore PNS (maggiori informazioni si possono trovare nelle pagine web del settore PNS http://www.peacelink.it/agescipns/a/23517.html o sul sito della campagna www.unfuturosenzatomiche.org).

Paola Stroppiana e Marco Sala

Presidenti del Comitato nazionale

Note:

http://www.agesci.org/index.php?art=2007120016
http://www.unfuturosenzatomiche.org