In memoria di Danilo Dolci

Un ricordo di Daniele Novara a dieci anni dalla scomparsa di Danilo Dolci
31 dicembre 2007 - Gabriele De Veris
Fonte: Peacelink - 30 dicembre 2007

A dieci anni dalla morte di Danilo Dolci, la società in cui ci troviamo a vivere non è esattamente quella che lo stesso avrebbe desiderato. Danilo sognava una comunità umana centrata sui valori della creatività e della partecipazione, dove l'anomia individuale venisse progressivamente colmata da centri, luoghi, organismi, iniziative, sistemi educativi che riducessero il gap fra le potenzialità creative dell'essere umano e la sua concreta espressione. Lo spreco era per lui un tema centrale. Sentiva quanta vitalità, quanta forza era contenuta nelle tante persone che incontrava e sognava per loro uno sviluppo completo, vero e fecondo. Al contrario era inquietato da come spesso tutto si perdesse nell'assorbimento conformistico e nell'incapacità di organizzarsi e di dare il meglio di se stessi.
..... (vedi l'articolo completo: http://www.peacelink.it/editoriale/a/24510.html)

Note:

http://www.peacelink.it/editoriale/a/24510.html