incontro

Voci e volti dall’Iraq dopo cinque anni di guerra

14 maggio 2008
ore 21:00 (Durata: 3 ore)

interviene don Renato Sacco della delegazione di Pax Christi international in Iraq

Don Renato è stato in Iraq ben otto volte, già dai tempi del regime di Saddam.

Lo scorso febbraio vi è ritornato per incontrare le comunità cristiane e il vescovo di Mosul, Faraj Rahho che poi è stato rapito e trovato morto il 13 di marzo.

In questi anni ha toccato con mano i drammi della gente comune che non ne può più della guerra e invoca la pace. La sua testimonianza pertanto predilige il punto di vista delle vittime e dei senza voce.

Organizzano:

Acli, Pax Christi, Centro Pastorale Diocesano, Commissione Diocesana per l’Ecumenismo e il Dialogo Religioso, Caritas, gruppo giovani news letter Sudan, Rete Lilliput, Bilanci di giustizia, Emergency, Coord. comitati ambientalisti lombardi

Per maggiori informazioni:
Punto Pace Cremona
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Dal sito

  • Pace
    Patrizia Mainardi si racconta

    L'Antifascismo di padre in figlia

    "Mobilitarsi significa agire, partecipare, manifestare e rivendicare il rispetto delle fondamentali esigenze della convivenza sociale". Intervista alla Presidente Anpi Salsomaggiore Terme, figlia di Anteo, il Partigiano "Canto".
    6 agosto 2020 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Un video di Pax Christi International

    Il costo delle armi nucleari

    Un confronto fra le spese mondiali per fronteggiare la pandemia del Covid-19 e le spese militari connesse alla supremazia nucleare.
    6 agosto 2020 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Grandi eventi e tutela ambientale

    Mondiali 2021 e Olimpiadi 2026 sulle Dolomiti

    Le associazioni ambientaliste lanciano l'allarme, "i progetti avviati non sono conformi alla Carta di Cortina 2021 e alla certificazione ISO 20121"
    4 agosto 2020 - Maria Pastore
  • Disarmo
    Nelle basi Nato di Aviano (Pordenone) e Ghedi (Brescia) ci sono 70 testate atomiche americane

    A 75 anni dalla tragedia di Hiroshima e Nagasaki

    La commemorazione di Hiroshima e Nagasaki deve convincere a prendere finalmente decisioni di disarmo, almeno di disarmo atomico, troppo a lungo rimandate.  È inaccettabile che il nostro paese, che ripudia la guerra e ha fatto la scelta antinucleare, ospiti armi nucleari
    6 agosto 2020 - MIR (Movimento Internazionale della Riconciliazione)
  • Latina
    I paramilitari attaccano i municipi occupati dai comuneros con metodi da Ku Klux Klan

    Araucanía: violenza razzista di Stato contro i mapuche

    Preoccupano le condizioni di salute dei prigionieri politici mapuche in sciopero della fame
    5 agosto 2020 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)