Motore di ricerca
testata casa della pace
  • Riparare le tende per ripartire sui sentieri di Isaia (don Tonino Bello)
VOLONTARIATO ALLA CASA PER LA PACE

Dal MESSICO a FIRENZE nel mese di AGOSTO

Carlos Ernesto ha collaborato con la Casa per la Pace nel mese di agosto, pubblichiamo poche righe nelle quali commenta brevemente la sua esperienza alla Casa.
29 ottobre 2015

"La mia esperienza di volontariato alla Casa per la pace ha significato una svolta nella mia vita.
Ho avuto l’occasione di conoscere delle persone di una qualità umana eccezionale. L’opportunità di conoscere la città di Firenze, con le sue meraviglie artistiche, i suoi musei e palazzi storici e la sua vita notturna, mi hanno lasciato un segno profondo.
Torno a casa essendo un’altra persona, con un’idea diversa della vita, di cosa significhi pensare agli altri e di ciò in cui mi voglio impegnare.
I lavori che ho potuto fare nel mese di volontariato mi hanno reso consapevole di qualità che non sapevo di avere nonché di tanti limiti personali, che voglio accettare e superare.

L’unica cosa che potrebbe essere migliorata è il tempo a disposizione. Gli orari non erano sempre chiari e a casa spesso c’era bisogno di dare una mano. Magari è stata piuttosto una percezione personale, ma in qualche modo mi sentivo in debito con la responsabile per come ero trattato, con tanta cura, affetto e gentilezza. E mi sentivo un po’ male ad uscire senza dare una mano, visto che alla Casa in realtà c'è sempre bisogno!
Un po' di formazione in più sarebbe stata utile: anche se, a dire il vero, ho avuto l’occasione e non ne ho approfittato a sufficienza!

Mi experiencia de voluntariado a la Casa per la Pace significó un cambio en mi vida. Tuve la oportunidad de conocer personas de una calidad humana extraordinaria. La oportunidad de conocer la ciudad de Florencia, con sus maravillas artísticas, sus históricos museos y palacios y su siempre fresca vida nocturna, me han dejado una profunda huella. Vuelvo a casa siendo otra persona, con una idea diversa de la vida, de lo que significa pensar en los demás, y de lo que quiero hacer.
Los trabajos que pude realizar en mi mes de voluntariado me hicieron consciente de cualidades que no conocía y,a la vez,me permitieron conocer mis límites para aceptarlos y, quizá con empeño, superarlos".
Carlos Ernesto Marquez, volontario nell mese di agosto 2015

Da parte nostra un sincero GRAZIE, per essersi messo in gioco con autentico spirito di servizio, con umiltà, con allegria, con gioia, con piena disponibilità al confronto e alla relazione con gli altri. Buona strada Ernesto, un saluto di pace!

ultimi articoli

  • LA CASA IN FESTA

    LA CASA IN FESTA

    La tua festa diventa occasione di solidarietà e di condivisione.
  • LA NONVIOLENZA COME CONVIVIALITA’ DELLE DIFFERENZE
    Laboratorio sulla gestione delle diversità e dei conflitti FIRENZE 7 – 8 APRILE 2018

    LA NONVIOLENZA COME CONVIVIALITA’ DELLE DIFFERENZE

    Alfredo Panerai, insegnante e facilitatore di gruppi e Pio Castagna, formatore alla nonviolenza. conducono il laboratorio
    9 febbraio 2018
  • Aggiornamenti

    SOSPESI i percorsi VISITARE Firenze COSTRUIRE PACE

    9 gennaio 2018 - Casa per la pace
  • UN'ALTRA DIFESA E' POSSIBILE
Difendiamoci, sì, ma da chi e come?
    EDITORIALE COMUNE

    UN'ALTRA DIFESA E' POSSIBILE Difendiamoci, sì, ma da chi e come?

    In occasione del 15 dicembre (quarantacinquesimo anniversario dell'approvazione della prima Legge italiana di riconoscimento dell'obiezione di coscienza al servizio militare e istitutiva del servizio civile, la n. 772 del 15.12.1972), viene diffuso questo editoriale comune della Campagna "Un'altra difesa è possibile" sottoscritto da Direttori di diverse riviste e che sarà pubblicato su molti siti che sostengono la proposta di una Legge per la Difesa civile non armata e nonviolenta.
    15 dicembre 2017
Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.5.7