CRIS
Una nuova risorsa per conoscere e sostenere i diritti a comunicare

Diritto a comunicare e accesso ai saperi. La nuova frontiera dei dirittinella società della conoscenza

E' uscito con il settimanale Carta il volume "Diritto a comunicare e accesso ai saperi. La nuova frontiera dei dirittinella società della conoscenza": oltre il Summit Mondiale sulla Società dell'Informazione: una guida per orientarsi fra le nuove tecnologie di informazione e comunicazione.
3 settembre 2004 - Claudia Padovani, Jason Nardi (a cura di)

Il volume, aperto da una prefazione di Roberto Savio, è una raccolta di contributi animati dal comune obiettivo di sostenere e rafforzare il dibattito pubblico sui temi dell'infomazione e della comunicazione nella società della conoscenza. Dibattito scaturito in occasione del World Summit on Information Society di Ginevra e tuttora in corso, in vista dell'appuntamento di Tunisi 2005.

Realizzato dalla sezione italiana della campagna CRIS, rappresenta per il pubblico italiano un agile strumento per orientarsi tra argomenti come il digital divide, le retoriche sull'e-democracy, l'impatto sociale delle tecnologie, il modello dell'open source. Tutti argomenti che riguadano da vicino il diritto dei cittadini a comunicare e richiedono sempre più una rilessione cosciente da parte dei soggetti coinvolti nella rivoluzione tecnologica.

I contributi provengono dai membri della Piattaforma della società civile italiana sulla comunicazione, e mostrano il potenziale che può scaturire dalle sinergie tra individui e gruppi di attivisti, in n percorso consapevole che conduca verso un società della conoscenza più inclusiva e di processi di innovazione partecpati.
Il volume, realizzatoo in collaborazione con Unimondo ed APC, intende essere anche una risorsa concreta per lo sviluppo di azioni a sostegno del diritto a comunicare, e contiene infatti la traduzione di parte del materiale sviluppato da APC "ICT Policy for Social Justice and Sustainable Development: Resources for Advocacy"

Note:

Il libro si può acquistare presso la redazione del settimanale CARTA o sul sito dell'editore Yema (www.yema.biz)

Allegati

  • Il testo è rilasciato sotto licenza Creative Commons.
    PDF logoIl documento è in formato PDF, un formato universale: può essere letto da ogni computer con il lettore gratuito "Acrobat Reader". Per salvare il documento cliccare sul link del titolo con il tasto destro del mouse e selezionare il comando "Salva oggetto con nome" (PC), oppure cliccare tenendo premuto Ctrl + tasto Mela e scegliere "Salva collegamento come" (Mac).