Cultura

Lista Cultura

Archivio pubblico

Dal sito

Forum: Libri

8 aprile 2003

NON IN NOSTRO NOME - Howard Zinn

Ci sono vari modi di rendere accettabile un conflitto: si può chiamarlo "guerra giusta" e affermare che si combatte per gli ideali più alti e nobili, si possono usare eufemismi come "bombe intelligenti" o "bombardamenti chirurgici" per nascondere il fatto che si muore comunque. E' quello che hanno sempre fatto gli Stati Uniti, dalla Prima guerra mondiale fino all'offensiva odierna contro il terrorismo. Ma gli interventi militari della "sentinella del mondo" non si sono mai ispirati al principio di autodeterminazione dei popoli o a un più generico amore per la giustizia.
Autore: Cecilia Dall'Asta
Fonte: 08.04.2003

Da anni Howard Zinn è impegnato a sostenere un pacifismo intransigente, da quando, durante la Seconda Guerra Mondiale sganciava bombe sulle città tedesche senza sapere se i bersagli colpiti fossero civili o militari. Un pacifismo che non voglia apparire velleitario deve però avanzare proposte persuasive, capaci di incidere sulle scelte politiche. "Non in nostro nome" vuole rispondere a questa necessità, nella convinzione che il patriottismo più autentico si esprima nella resistenza spontanea, che può nascere solo in seno alla società civile.

Dal sito

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)