Motore di ricerca

Ricordando Lello ...

Natale 2005

La parola ai lettori


Un altro nome eccellente si è purtroppo aggiunto alla triste lista dei lutti che hanno funestato la nostra comunità in questo scorcio d'anno: quello della cara esistenza di Lello Valori, che ha lasciato in un immenso dolore le care Carmela, Lucia e Raffaella e gli altri familiari, insieme a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Innanzitutto alle prime tre va quindi la mia fraterna vicinanza nella preghiera e soprattutto nella più solidale amicizia. Intanto però mi sento di dedicare loro un pensiero di conforto, suggeritomi anche dalla comune speranza cristiana, quello cioè che la tenace forza d'animo con cui Lello ha combattuto il male - che mi onoro di aver contribuito in qualche modo a stimolare con le mie umili poesie, poiché so che gli erano piaciute -, la sua abilità oratoria, la sua ispirazione poetica e persino quel sorriso accattivante che tutti oggi ricordano con nostalgia, gli siano utili ora in Cielo per sostenere le cause di quanti lo hanno amato davanti al Tribunale dell'Altissimo, visto che sarà stato assunto nello studio legale dell'Avvocata nostra per eccellenza: Maria. Lei lo avrà accolto con un tenero: " Benvenuto, caro Lello, nella nostra squadra”.
Antonella Iannucci

stella cometa


“Il Signore coglie nel giardino della terra solo i fiori profumati” è una frase di una omelia che ho ascoltato tempo fa. Sono certa che è così, zio Lello è stato sicuramente un fiore profumato che oggi è nell’aiuola del Paradiso a dispensare il suo profumo per far piacere al Signore. Ho avuto la fortuna di conoscerlo non tanto come avvocato, ma come persona, allegro, sincero, intelligente, colto, altruista, onesto, premuroso, cristiano cattolico nonostante tutto fino allla fine dei suoi giorni, esempio per tutti di affidamento totale alla volontà del Signore. Ricordo con piacere tante feste, tante canzoni, risate, poesie.. Caro zio Lello, allieta ora, con la tua ironia, i giardini di Dio, intercedi per noi tuoi amici e accompagna nelle vie della vita i tuoi cari che hanno vissuto con te le gioie che il Signore ti ha dato, ma anche le sofferenze che con rassegnazione hai accettato.
Maria Pesce