Motore di ricerca

Le feste dell'Avvento

L'Immacolata Concezione

Natale 2005

Immacolata Concezione coronata di dodici stelle


La festa più importante dell'Avvento è la solennità dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, la Santissima fra i Santi. Immacolata Concezione: ovvero Maria senza peccato originale. L'Angelo la saluta all'Annunciazione " piena di grazia", dunque colmata del favore divino, come indica il suo nome che significa appunto " amata da Dio": In ebraico, infatti, il nome della madre di Gesù suona Mirjam, ossia amata da Jahvè. Nelle parole dell'Angelo sopra menzionate è già enunciato il mistero dell'Immacolata Concezione; se essa infatti possiede la pienezza della grazia bisogna attribuirle anche la grazia che la preserva dal peccato originale, privilegio unico ottenuto in vista dei meriti di Cristo. Questa festa è antichissima, testimoniata in Oriente fin dal principio del secolo VIII. Nella tradizione della Chiesa il comune senso della fede ha sempre riconosciuto in Maria un' incomparabile innocenza e santità. Ma solo con il Concilio di Trento nel 1556 venne dichiarato che Maria non era inclusa nel peccato originale, pur senza definire il dogma. Nel 1830 la Vergine apparve a Santa Caterina Labourè la quale diffuse poi una "medaglia miracolosa" con l'immagine dell?immacolata, cioè della " concepita senza peccato" Fu il Papa Pio IX che, dopo aver interrogato tutti i Vescovi con l'Enciclica Ubi Primum e aver ottenuto un consenso quasi plebiscitario a favore della definizione dogmatica, proclamò l'8 dicembre del 1854 il dogma con la bolla Ineffabilis Deus: "…Dichiariamo, pronunciamo e definiamo che la dottrina, la quale ritiene che la Beatisssima Vergine Maria nel primo istante della sua concezione, per singolare grazia e privilegio di Dio Onnipotente ed in vista dei meriti di Gesù Cristo Salvatore del genere umano, è stata preservata immune da ogni macchia della colpa originale, è rivelata da Dio e perciò da credersi fermamente da tutti i fedeli". Dunque la proclamazione del dogma è il frutto di una verità che era sentita dai fedeli come una logica conseguenza della Rivelazione. Quattro anni dopo, a Lourdes la Vergine si presentò a Bernadette come "Immacolata Concezione", confermando pienamente e prodigiosamente il dogma. Il Concilio Vaticano II, oltre all'esenzione dal peccato originale, ha sottolineato che Maria, fin dall'inizio"è stata adornata degli splendori di una singolarissima santità". Nel ventesimo secolo una riflessione di San Massimiliano Kolbe ha apportato nuovi elementi di riflessione sul dogma, spiegando che Maria è "congiunta in modo ineffabile con lo Spirito Santo poiché è sua sposa, e quindi lo Spirito Santo dimora in lei, vive in lei, e ciò dal primo istante della sua esistenza". Lucia