Motore di ricerca

A Sant'Antonio

Si quaeris e tredicina

Immi n. 4 del 2005

Si quaeris

Questa preghiera di lode - o responsorio - in onore di Sant'Antonio fu composta da fra Giuliano da Spira. Il responsorio fa parte dell'Officium rhythmicum s. Antonii, che risale al 1233, due anni dopo la morte del Santo. E' cantato nella Basilica di Sant'Antonio a Padova e, ogni martedì, in molte chiese nel mondo intero.

Se cerchi i miracoli,
ecco messi in fuga la morte,
l'errore, le calamità e il
demonio;
ecco gli ammalati divenir
sani.
Il mare si calma, le catene si
spezzano;
i giovani e i vecchi chiedono
e ritrovano la sanità e le
cose perdute.
S'allontanano i pericoli,
scompaiono le necessità:
lo attesti chi ha sperimentato
la protezione del Santo di
Padova.
Gloria al Padre, al Figlio e
allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora
e sempre, nei secoli dei secoli.
Amen.

Tredicina

Una delle devozioni caratteristiche al Santo di Padova è la Tredicina: alla sua festa ci si prepara per ben tredici giorni (invece dei soliti nove giorni della novena). La devozione ha origine dalla convinzione popolare che il Santo conceda ogni giorno ai suoi devoti tredici grazie e anche dal fatto che la sua festa ricorre il 13 del mese di giugno. La tradizione propone questa preghiera anche come lungo un cammino scandito dai tredici martedì che precedono la festa di sant'Antonio, riservando il secondo giorno della settimana alla preghiera antoniana.