Motore di ricerca

Padre Pio ci ha insegnato

Natale 2005

I Gruppi di Preghiera e la Casa Sollievo della sofferenza, concepiti da Padre Pio fin dal 1940, sono i due "doni" significativi che lui ci ha lasciato. I Gruppi di preghiera , in modo particolare, sono stati voluti perché fossero "fari di luce e di amore nel mondo, pietre vive per la costruzione dell'edificio spirituale che è la Chiesa". Egli desiderava che molte anime si associassero a lui nella preghiera: "Pregate" diceva "Pregate il Signore con me, perché tutto il mondo ha bisogno di preghiere". La sua intenzione era di creare un esercito di oranti, di persone che fossero "lievito" nel mondo, perché la preghiera è "La chiave dei tesori di Dio, è l'arma del combattimento e della vittoria in ogni lotta". A Casalbordino il Gruppo di preghiera opera ormai da diversi anni, ben 27. Già alla morte di P.Pio avvenuta nel Settembre del 1968, esisteva un piccolo gruppo di devoti del Padre composto da poche persone, ma con il passare degli anni e con l'aiuto spirituale di Padre Guglielmo Alimonti di Pescara, oggi responsabile e coordinatore dei gruppi del Centro Italia, è cresciuto. Fu proprio lui a proporci di farne parte e a insegnarci a pregare insieme come voleva il Padre, con la recita del Santo Rosario e la partecipazione alla S.Messa, i segni più importanti e significativi di preghiera e di lode del Santo da Pietrelcina. Con grande soddisfazione e orgoglio possiamo dire che il Gruppo di Casalbordino è stato uno dei primi in Abruzzo a volere una statua del Santo Cappuccino. Era l'11 Ottobre del 1981, data indimenticabile per noi. I promotori erano in pochi, ma grazie alla loro dedizione e devozione al Santo, e con l'aiuto sincero di tutta la comunità, hanno raccolto la somma necessaria a realizzare tale opera, ed in seguito ad intitolargli una strada. Negli anni il gruppo è cresciuto e si è sviluppato e sono in molti oggi a partecipare al momento d'incontro che si svolge ogni mese. Il 1° Dicembre per l'incontro mensile abbiamo avuto con noi Padre Guglielmo. La funzione religiosa è iniziata con l'esposizione del Santissimo Sacramento e la recita del Santo Rosario meditato, a cui è seguita la S.Messa. Nell'omelia P.Guglielmo ci ha esortati ad essere uomini saggi che costruiscono la propria casa sulla roccia, così anche se "cade la pioggia, straripano i fiumi o soffiano i venti" questa non cade, perché ha buone fondamenta. Noi del gruppo di Preghiera vogliamo essere proprio come Gesù ci ha chiesto. Vogliamo essere "piccole cellule" che con la guida del nostro parroco si trasformino in un "fiume di anime che pregano, vivai di fede e focolai d'amore" proprio come voleva P.Pio. Grazie al parroco per averci dato l'opportunità, con questo giornale, di rivivere e raccontare in parte la nascita del Gruppo di preghiera di San Pio, con il suo aiuto materiale e spirituale siamo certi che saremo sempre di più e metteremo in pratica tutto ciò che il Santo da Pietrelcina ci ha insegnato. Gruppo di Preghiera di Casalbordino