Motore di ricerca

Notizie dal Centenario

Pasqua 2007

Le suore diventano casalesi – Il 10 marzo l’Amministrazione comunale ha voluto conferire la cittadinanza casalese alle nostre suore in occasione dei festeggiamenti per il centenario della loro presenza a Casalbordino. La cerimonia si è svolta nella casa municipale, alla presenza del Sindaco e di tutto il Consiglio comunale, con una grande partecipazione di pubblico, intervenuto per stringersi attorno alle carissime suore. Erano presenti anche la madre provinciale e molte altre consorelle dei paesi limitrofi. E non poteva essere altrimenti, visto che le suore francescane sono state un punto di riferimento importante per tante generazioni di ragazzi e ragazze che sono stati accolti con amore dalle suore premurose per le prime esperienze lontani dalle pareti rassicuranti delle case di famiglia. E che dire delle tante ragazze che sotto la guida delle suore maestre ricamatrici hanno preparato con trepidazione il proprio corredo nell’età dei sogni e dei romantici progetti che accarezzano il cuore. La casa delle suore è sempre stata la casa di tutti, dove ci si preparava alla vita secondo gli insegnamenti cristiani. Negli anni passati, per un giovane che sceglieva la propria compagna di vita, sapere che aveva frequentato le suore era garanzia di sicura riuscita del matrimonio. Oggi, pure in questa crisi di valori che stiamo vivendo, le suore continuano instancabilmente la loro benemerita opera, impegnandosi per contribuire all’educazione cristiana dei nostri figli. Il conferimento della cittadinanza è stato quindi un riconoscimento alle suore francescane per aver reso migliore la popolazione di Casalbordino e per aver costruito insieme ai casalesi la loro storia. La seconda parte della cerimonia si è svolta nella piazzetta antistante l’istituto delle suore, che per l’occasione è stata intitolata alla loro madre fondatrice, Barbara Micarelli. Le note festose della banda e un tripudio di palloncini colorati hanno allietato l’evento, conclusosi con un ricco momento conviviale nei locali dell’istituto. LELLA

Le suore maestre di ricamo e di vita – Dal 18 al 24 Marzo a Palazzo Magnarapa si è svolta una splendida mostra di foto e di ricami realizzati nel corso del tempo alla scuola delle suore di Casalbordino. Una ricca raccolta di fotografie, dai primi del Novecento ai giorni nostri, in bianco e nero e a colori, testimoniano le attività delle suore, i cambiamenti della moda e i progressi della tecnica, e immortalano rappresentazioni teatrali, la vita nel laboratorio di ricamo, gite, momenti di sano divertimento sempre sotto lo sguardo materno delle care suore. Tutte le foto catalogate raccontano cento anni di vita attorno all’asilo, con un linguaggio che è arrivato a tutti i numerosi visitatori, soprattutto a quelli che si sono riconosciuti in esse, ritrovandovi un mondo passato che è rimasto nel cuore. Forti emozioni, ricordi dolcissimi di tempi resi mitici dalla memoria che sa t r a t t e n e re solo le cose belle. E’ stato molto commovente assistere alle esclamazioni di meraviglia, di stupore di tanti che si sono rivisti bambini, pieni di nostalgia per un tempo che non c’è più ma che è stato bello far rivivere grazie alla lodevole iniziativa delle care suore.
Non meno interesse ha destato l’esposizione di straordinari lavori di ricamo eseguiti da tante ragazze che alla scuola delle suore hanno preparato il corredo da sposa in un periodo della vita in cui i sogni colorano le giornate e creano aspettative di felicità. Molti lavori sono stati eseguiti dalle s u o re stesse ed evidenziano una perizia inimitabile nell’arte del bello.
La mostra è stata un vero successo di pubblico e di critica, come si conviene ad un grande evento. Complimenti alle brave suore, ed a tutti quelli che hanno contribuito alla riuscita dell’iniziativa. CARMELA

Chi passa ... in convento
Dopo la partenza di suor Mariarosa, chiamata a continuare il suo prezioso servizio nella comunità di Francavilla, di suor Addolorata, andata a godersi il meritato riposo dopo una vita spesa per gli altri, di suor Attilia, che ha raggiunto il suo Sposo a coronamento di una vita donata a Lui, è stata la volta della nostra carissima suor Luisa. Con lei, trasferitasi nella comunità di Serracapriola, è andato via un pezzo della nostra storia. Da tanti anni a Casalbordino, era considerata ormai parte integrante della comunità anche perché ha accolto alla scuola materna tanti bambini che poi, diventati papà e mamme, a loro volta hanno accompagnato i loro piccoli alla scuola materna delle suore, sicuri di affidarli a mani amorevoli ed esperte. È sempre stata ben inserita, conosce tutti ed è amata da tutti. Ha sempre partecipato, con la sua presenza discreta e amabile, a tutti gli eventi delle famiglie casalesi, donando a tutti una parola buona, un sorriso, una preghiera. La ricordo fra i banchi dell’asilo, con la sua voce inconfondibile, ad adoperarsi per rasserenare noi bimbi più timidi e impauriti. A volte si sedeva al pianoforte ed intonava una canzoncina che parlava di una certa tartaruga, che riportava il sorriso sui nostri visi. L’avremmo voluta ancora tra noi, ma i piani del Signore l’hanno portata ad operare in un’altra comunità e lei, fedele allo spirito missionario del suo ordine, ha risposto anche stavolta il suo sì allo Sposo. Siamo sicuri che anche nella nuova comunità suor Luisa si spenderà per gli altri e sarà amata e apprezzata per tutte le sue qualità. Noi le vorremo sempre bene. LELLA