Motore di ricerca

Sfogliando i periodici dell'editore Nicola De Arcangelis di Casalbordino

di Antonella Iannucci
Settembre 2008

copertina del libro

Siamo felici di annunciare l’uscita, nella prestigiosa collana “Quaderni della Rivista Abruzzese” diretta dal prof. Emiliano Giancristofaro, di un altro brillante lavoro della scrittrice Antonella Iannucci, nostra infaticabile collaboratrice, nonché amica e compaesana illustre, “Sfogliando i periodici dell’editore Nicola De Arcangelis di Casalbordino”. Il volume presenta una ricognizione, supportata con molte riproduzioni, dei periodici stampati dalla Casa di Casalbordino, uno dei due più importanti editori abruzzesi tra Otto e Novecento accanto a Carabba, tra il 1888 e il 1954. In esso viene valorizzata non solo la cultura locale, ma anche quella regionale e nazionale, visto che vi vengono esaminati periodici redatti in Abruzzo, Molise, Campania e Marche e che ad essi collaborarono autori come Capuana, Fogazzaro, D’Annunzio, Neera, Ciampoli, De Nino, De Titta, Mezzanotte, Pansa, Piccirilli e il francese Emile Bertaux. Augurando ad Antonella tante soddisfazioni, invitiamo tutti alla lettura del prezioso volumetto, pubblicando uno stralcio della scheda illustrativa dei contenuti. Inserito in un progetto della locale Associazione Nuovo Umanesimo indirizzato alla compiuta valorizzazione di uno dei capisaldi del patrimonio culturale del territorio, l’Editore De Arcangelis di Casalbordino, arriva sugli scaffali il bel volume di Antonella Iannucci Sfogliando i periodici dell’editore Nicola De Arcangelis di Casalbordino, appena uscito nella prestigiosa collana “Quaderni della Rivista Abruzzese”, che si avvale della competente presentazione del prof. Umberto Russo, in cui ne viene messa in rilievo la grande importanza per la ricostruzione della cultura, abruzzese e non, tra Otto e Novecento. Dal volume, scritto in un accattivante stile narrativo e corredato di riproduzioni, si vede come la Casa stampi sia periodici letterari e culturali come la celebre “Rassegna Abruzzese di Storia e Arte” delle annate 1898-1900, con cui viene accreditata come editore affidabile per gli studi umanistici, sia periodici destinati alle più varie categorie professionali ed espressione di gruppi sociali Il fatto poi che i periodici stampati siano redatti in località molto spesso esterne all’Abruzzo dà la misura, da una parte, della diffusione dell’attività editoriale, e dall’altra, del prestigio che essa raggiunse, vista anche la presenza di periodici napoletani. Da questo volume, indispensabile per chi voglia compiutamente conoscere la storia culturale della nostra regione, emergano, attraverso i periodici in esso esaminati, le figure di due operatori culturali, i fratelli Nicola e Giuseppe De Arcangelis appunto, che nelle rispettive vesti di editore di nicchia e di giornalista, sono stati al passo con le tendenze della propria epoca, dando, nel contempo, lustro alla cittadina di Casalbordino, rendendola nota a livello nazionale ed internazionale e facendo di essa uno dei maggiori centri abruzzesi di produzione intellettuale tra Otto e Novecento.