Motore di ricerca

Una luce che rischiara e rallegra

L'MGM si racconta dopo i suoi primi 5 anni di vita
Immi Novembre 2010

croce


Nel racconto autobiografico di Santa Teresina di Gesù Bambino, patrona delle Missioni insieme a San Francesco Saverio, si legge :
“ … Ho capito che la carità non deve restare affatto nel fondo del cuore” , Nessuno -ha detto Gesù - accende una fiaccola per metterla sotto il moggio, ma la mette sul candeliere affinché rischiari tutti coloro che sono in casa”. Mi pare che questa fiaccola rappresenti la carità la quale deve illuminare, rallegrare, non soltanto coloro che mi sono più cari, ma tutti coloro che sono nella casa, senza eccettuar nessuno”.
Il Movimento Giovanile Missionario di Casalbordino, nato il 23 ottobre del 2005 per desiderio di don Silvio che costantemente l’ha sostenuto e lo sostiene, ha cercato di fare del mondo la “casa comune”; si spiegano così le molteplici attività svolte nel corso dei suoi primi 5 anni di vita a sostegno delle PP OO MM (Pontificie Opere Missionarie), in particolare della POIM (Pontificia Opera dell’Infanzia Missionaria).
L’MGM ha creduto che “illuminare” con il suo impegno, la sua carità, era fondamentalmente operare un atto di giustizia verso chi non poteva rallegrarsi della vita, perché demunito e oppresso da ragioni climatiche, sociali e non di rado politiche.
“Rallegrare gli uomini” pertanto, si è tradotto nel soddisfare i bisogni primari di quanti abitano la stessa “casa comune del mondo”, soprattutto quelli dei bambini.

mondo in  missione
Ogni anno è stata allestita una mostra a sostegno di un progetto della POIM in uno dei cinque Continenti, come quella degli “strumenti musicali” per la Papua Nuova Guinea in Oceania, delle “conchiglie” per il Sud Africa, del “cacao e caffè” per la Bolivia in America Latina e infine quella dei “Santi in campana” per l’India.
Sono state inoltre realizzate bomboniere per Matrimoni e Prime Comunioni, perché la gioia di questi momenti importanti della vita venisse condivisa con i bambini meno fortunati.
Tanti i mercatini allestiti, vendendo prodotti artigianali provenienti dai paesi in via di sviluppo: sandali dalla Palestina, rosari delle ragazze dell’Etnia Timbuctu dal nord Kenya, collane di carta dal Sudan, colombe e croci in legno realizzati dai ragazzi lebbrosi della Liberia, e tanti altri oggetti…veri capolavori.
La “fiaccola della carità” quando ha cominciato a diffondere la sua luce, ha richiamato l’attenzione di alcune associazioni locali come quella “teatrale casalese Ugo Zimarino”, diretta dal prof. Tiberio Giovanni, che anche quest’anno ha voluto devolvere il ricavato di una delle sue rappresentazioni a sostegno dei bambini ciechi in India. Successivamente l’associazione culturale “La Famiglia Casalese” che ci ha permesso di partecipare all’evento “CASTRUM DI VINO” (festa del vino novello) con un nostro stand il cui ricavato ha sostenuto l’opera delle suore del Cottolengo in ECUADOR.
La “Fiaccola” col tempo ha aumentato il suo chiarore, sollecitando cosi la generosità di uomini e donne che con amore e coraggio hanno permesso la costruzione di due cappelle, una in Burkina Faso e l’altra in Papua Nuova Guinea, di una scuola in Papua, di un salone scolastico in Zambia, di un ripetitore radio in Burkina, di un laboratorio tessile in Bolivia, di banchi per una scuola in Congo, di un forno per una mensa scolastica in Papua, il finanziamento di un allevamento di bovini in Burkina e di molti sostegni a distanza per bambini del Kenia, Thailandia, Bolivia, Cameroun e Venezuela.
Tanti frutti si sono avuti grazie al concorso di tanti che hanno sostenuto le attività dell’MGM, che comunque ha trovato il motore e la spinta per ogni sua iniziativa nella preghiera settimanale e puntuale durante l’anno, secondo il calendario nazionale missionario.
Attualmente l’MGM è impegnato nella vendita di un opuscolo a fumetti dedicato alla Madonna dei Miracoli il cui ricavato finanzierà una Chiesa in India, parte dell’Asia alla quale è riservata l’attenzione dell’ attività di questo anno. A questo progetto si aggiunge quello specifico per i bambini ciechi della “Casa della Luce” in Assam .
SII TU LA MIA LUCE, lo slogan che ha accompagnato la vendita di candele colorate, candele che volevano ricordare la luce che ciascuno può “riaccendere” nella vita di questi bambini ciechi.
La “fiamma della fiaccola della carità” di tutta la comunità parrocchiale S.S. Salvatore è cresciuta bene e tanto… se si considera che in questi cinque anni sono stati inviati- ad oggi- 126.395,00 euro e che diverse parrocchie hanno chiesto di volerci affiancare nel sostegno alle missioni .
Tutto ciò non può che consolarci , sapendo che una pagina del Vangelo è stata riscritta nella nostra comunità. Questo ci sprona a continuare ad essere come Gesù ci vuole: “sale della terra e luce che rischiara tutti quelli che sono nella casa, “nella casa comune del mondo”.
Grazie tante e grazie ancora del sostegno che vorrete manifestarci in futuro.
Rosanna per l’MGM

Note:

est’anno, nell’ambito dei Grandi Concerti organizzati dall’associazione culturale “La Famiglia Casalese”, l’M.G.M ha ricevuto, fra gli applausi del pubblico in piazza, una graditissima onorificenza, segno che l’attività del gruppo sta portando i suoi frutti in tutta la comunità. Si legge, fra l’altro, nella motivazione del premio: “..per la presenza, la sensibilità e l’impegno quotidiano di questi giovani che servono da richiamo insistente e costante a tutta la comunità cristiana, per il servizio concreto nella chiesa da loro prestato per l’edificazione della comunità e la loro missione nel mondo, per la presentazione di proposte, di gesti e di iniziative che creano “mentalità” e che formano coscienze e abitudini permanenti..” Gli auguri della redazione di Immi ai ragazzi dell’M.G.M. perché possano continuare la loro missione in mezzo a noi e nel mondo in maniera sempre più proficua.